A Francoforte l’anteprima della nuova Kia Optima. Arriverà in Italia nel 2016

Il nuovo modello si presenta con una linea moderna ed elegante, da berlina alto di gamma, con un abitacolo più spazioso e innovazioni tecniche. Il motore è il diesel 1.7 da 141 cv, abbinale al nuovo cambio a doppia frizione a 7 marce.

new kia optima  exterior 1

La Kia Optima nella versione per il mercato europeo sarà presentata in anteprima al prossimo Salone di Francoforte. La quarta generazione della berlina Kia sarà commercializzata in Europa a partire dall’ultimo trimestre di quest’anno e, per la prima volta, arriverà sul mercato italiano nel corso del 2016.

Il nuovo modello si presenta con una linea moderna ed elegante, da berlina alto di gamma, con un abitacolo più spazioso e innovazioni tecniche. Del resto, alla Optima è affidato l’arduo ruolo di portare avanti la strategia di Kia alla ricerca in Europa di nuovi spazi di mercato, in questo caso nel settore delle berline di segmento D.

“Da quando l’attuale Optima è arrivata sul mercato globale nel 2010 si è dimostrata un catalizzatore di interesse per l’evoluzione dell’immagine Kia. Il nuovo modello mantiene la personalità del precedente, ma è migliorato sotto tutti i punti di vista e rappresenta un’offerta ancora più interessante”, Michael Cole, COO di Kia Motors Europe.

EVOLUZIONE DELLO STILE
La nuova Optima è leggermente più lunga, più alta e più larga. Il passo è cresciuto di 10 mm a 2.805 mm e la lunghezza altrettanto arrivando a 4.855 mm, mentre la larghezza è aumentata di 25 mm a 1.860 mm e l’altezza di 10 mm a 1.465 mm. Come conseguenza l’abitacolo ne guadagna in comodità: più spazio in altezza, più larghezza alle spalle e più spazio per le gambe nei sedili posteriori.

Coerente con il family feeling Kia, il frontale della nuova Optima mantiene la caratteristica mascherina “tiger nose”, mentre i gruppi ottici sono inclinati all’indietro e si prolungano lungo i parafanghi. Lateralmente la vetratura, racchiusa fra i due montanti inclinati, definisce il profilo da berlina sportiva, sottolineato nella vista di tre quarti dalle “spalle” pronunciate.

Lo stile atletico della carrozzeria trova conferma nella linea del cofano posteriore profilato a spoiler e nello scudo paraurti che ospita il terminale di scarico ovale e nella parte inferiore il diffusore aerodinamico.

new kia optima  exterior 2

INTERNI DI QUALITÀ
Gli interni della nuova Optima prendono ispirazione dall’evoluzione dello stile Kia, ma costituiscono un ulteriore passo avanti con soluzioni più raffinate rispetto al resto della gamma. La plancia ha un’impostazione lineare che accentua la sensazione di spaziosità. Ampio l’uso di superfici soft-touch, tessuti e pelli in tinte naturali e cuciture a vista lungo la plancia e i pannelli porta.

La plancia è idealmente suddivisa in due zone: una superiore con funzione “display” e quella inferiore con funzione “control”. La parte centrale è orientata di 8,5 gradi verso il posto guida e ospita il display touchscreen da 7 pollici del sistema di infotainement, sotto si trovano i comandi, in numero inferiore rispetto a prima dato che alcuni sono ora integrati nel touchscreeen.

PIÙ AGILE E SILENZIOSA
Il miglioramento delle caratteristiche di guida è stata una delle priorità dei tecnici Kia durante lo sviluppo della nuova Optima. Le sospensioni a quattro ruote indipendenti sono disposte ai vertici del nuovo pianale per il miglior comportamento sulle irregolarità. L’avantreno è montato su quattro supporti anziché due e i cuscinetti sono stati maggiorati per aumentare la rigidezza laterale.

Al retrotreno lo schema a quadrilateri utilizza bracci doppi (nella generazione precedente erano singoli) con supporti elastici maggiorati per isolare maggiormente la scocca da rumorosità e vibrazioni. Il servosterzo elettrico ha il motore montato direttamente sulla cremagliera, il che garantisce una risposta più precisa e lineare e un miglior feeling al volante.

new kia optima  interior 1

La nuova Optima offre anche la possibilità di montare a richiesta le sospensioni a controllo elettronico ECS che utilizzano valvole regolabili all’interno di tutti gli ammortizzatori. Le valvole sono collegate a un accelerometro integrato nella centralina di controllo e a due accelerometri in corrispondenza delle ruote anteriori. Elaborando i dati provenienti dai sensori, dalla scatola guida e dal pedale dell’acceleratore la centralina modifica la taratura di ciascuna sospensione. Due le possibilità di scelta: “sport” e “normale”.

SUBITO IL DIESEL, POI LA VERSIONE IBRIDA
Il rinnovato diesel 1.7 CRDi omologato Euro 6 è il motore scelto per la nuova Optima. La potenza è ora di 141 cv, con una coppia massima di 340 Nm, e sono migliorate la risposta, la rumorosità e le emissioni di CO2 ridotte del 14% a 110 gr/km.

Il motore può essere abbinato al classico cambio manuale a sei marce o al nuovo cambio a doppia frizione DCT a sette rapporti già adottato nella gamma cee’d.

Fra le innovazioni il rivestimento antiattrito dei pistoni e il nuovo meccanismo di distribuzione che riduce la rumorosità. Ulteriori motorizzazioni sono attualmente in fase di sviluppo e si aggiungeranno alla gamma in futuro. Non mancherà vista la “stazza” della vettura la soluzione ibrida plug-in, la cui produzione verrà avviata il prossimo anno.