Alessandro Zanardi ritorna al volante di un’auto da corsa. A 51 anni suonati, il pilota e brand ambassador Bmw parteciperà a Misano al DTM il 25e 26 agosto prossimi nei panni di “guest driver” al volante di una Bmw M4 DTM. L’organizzazione a cui fa capo il DTM, così come le altre Case automobilistiche coinvolte (Audi e Mercedes), hanno dato il via libera all’ospite. Gli ingegneri Bmw M Motorsport, che hanno lavorato con Zanardi anche in passato, stanno collaborando con Alex per sviluppare un sistema che modifichi la M4 DTM in base alle sue esigenze. La sua presenza in gara nel DTM a Misano è un altro passo verso Daytona, dove il pilota italiano parteciperà alla 24 Ore di Daytona a gennaio 2019.

“Sono incredibilmente entusiasta di gareggiare con la M4 DTM a Misano – il commento di Zanardi –. Ho sempre sognato di aggiungere l’esperienza DTM al mio ‘libro dei momenti migliori’ della mia carriera nel motorsport. DTM è da molti anni una delle discipline motoristiche all’apice in termini di tecnologia per le corse, di velocità della vettura e di livello della competizione. Le abilità dei piloti che gareggiano nel DTM e la preparazione dei team sono, a mio avviso, valide come in Formula 1. Sarà una delle sfide più difficili che abbia mai affrontato nella mia carriera agonistica. Sono davvero grato alla Bmw che mi ha offerto di avviare questo progetto e a tutti gli ingegneri di Monaco che stanno già preparando la macchina”.

Zanardi ha già visitato numerosi eventi DTM ed è stato più volte al volante di un’auto da corsa Bmw DTM. Dopo aver vinto due medaglie d’oro ai Giochi Paralimpici di Londra, Zanardi ha completato un test dai risultati impressionanti su una M3 DTM modificata al Nürburgring, nel 2012. Alla finale del DTM 2015 a Hockenheim era al volante del taxi da corsa M4 DTM. Tuttavia, questa è la prima volta che Zanardi partecipa a una gara del DTM.