Debuttano in contemporanea tre nuove versioni tutte basate sul pianale modulare trasversale MQB di Volkswagen. La Alltrack è una station wagon pensata per comportarsi bene anche in offroad leggero, la R Variant una sportiva da 300 cv, la GTD una sportiva attenta ai consumi.

media-Golf Alltrack, GTD Variant e R Variant_DB2015AU00638

La Golf Variant è un’auto dalle numerose doti. L’ultima generazione di questa bestseller basata sulla Golf VII lo dimostra una volta di più, presentandosi come un’auto versatile destinata a un target quanto mai diversificato per rispondere alla richiesta di versioni sempre più personalizzate. Ecco allora che debuttano in contemporanea tre nuove Golf Variant: la Golf Alltrack, la Golf R Variant e la Golf GTD Variant, tutte basate sul pianale modulare trasversale MQB.

GOLF ALLTRACK
La nuova Golf Alltrack è una station wagon con trazione integrale di serie e un design che la distingue dalle altre versioni pensata per combinare al meglio on-road e off-road. È la prima Golf Variant in versione Alltrack, dopo che nel 2012 con la Passat Alltrack Volkswagen ha creato un collegamento tra on-road e off-road.

media-Golf Alltrack_DB2015AU00635

Tra gli highlight tecnologici ed estetici della Golf Alltrack, sul mercato da giugno con prezzi indicativi che vanno da 29.400 a 34.400 euro, troviamo la trazione integrale 4Motion, una maggiore altezza dal suolo, la carrozzeria protetta da passaruota maggiorati e listelli sottoporta pronunciati, paraurti di nuova concezione e numerose altre dotazioni specifiche sia all’esterno sia all’interno dell’abitacolo.

La gamma delle motorizzazioni della Golf Alltrack è composta da quattro cilindri turbo a iniezione diretta: un benzina TSI e tre turbodiesel TDI. Al debutto per la gamma Golf c’è il motore 1.8 TSI 180 cv, mentre i TDI hanno potenze di 110 cv (1.6 TDI), 150 cv (2.0 TDI) e 184 cv (2.0 TDI). Nelle versioni 180 e 184 cv di serie c’è il cambio a doppia frizione DSG a 6 rapporti.

Studiata per fornire buone prestazioni sia su strada sia su terreni non asfaltati (ma non nel fuoristrada più severo), la base tecnica è la trazione integrale 4Motion, dotata di una frizione Haldex che provvede al bloccaggio longitudinale, mentre il bloccaggio elettronico del differenziale EDS sulle quattro ruote, integrato nel programma di controllo elettronico della stabilizzazione ESC, provvede al bloccaggio trasversale su entrambi gli assi.

La Golf Alltrack dispone anche, sia sull’asse anteriore sia su quello posteriore, del differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS+, una funzione supplementare che durante la marcia in curva ad alta velocità frena le ruote interne alla curva ottimizzando così il comportamento di guida.

media-Golf R Variant_DB2015AU00592

GOLF R VARIANT
Pensata per chi desidera prestazioni, Volkswagen ha trasferito sulla Golf Variant motore e assetto della Golf R, creando così una familiare compatta sportiva, prima versione R della Variant, che in Italia sarà disponibile solo su ordinazione.

La Golf R Variant può contare così su una potenza di 300 cv grazie al suo motore turbo in grado di erogare fino a 380 Nm di coppia e la cui potenza viene trasmessa alla trazione integrale permanente 4Motion attraverso un cambio a doppia frizione DSG a 6 rapporti. Alle performance provvedono poi assetto sportivo (abbassato di 20 mm), sterzo progressivo e sistema ESC Sport completamente disattivabile per la guida su pista.

Il design è in perfetto stile R, soprattutto nel posteriore, che si distingue dagli altri modelli Variant della gamma grazie a un nuovo paraurti in stile R, un diffusore di colore nero lucido, quattro terminali di scarico cromati, i cosiddetti “aeroflap” in corrispondenza dei montanti posteriori e l’illuminazione della targa a LED.

Con una capacità di carico che va da 605 a 1.620 litri, la familiare compatta sportiva di Volkswagen si conferma a buon diritto una delle sportive più versatili sul mercato. Gli interni si distinguono inoltre per la presenza di sedili sportivi con rivestimenti in tessuto e Alcantara, illuminazione ambiente blu e allestimento nel complesso sportivo.

media-Golf GTD Variant_DB2015AU00606

GOLF GTD VARIANT
La GTD Variant dall’animo sportivo è pensata invece per chi vuole sì un’auto di carattere ma guarda con particolare attenzione i consumi. Di qui l’applicazione del concetto GTD sulla Variant, anche in questo una “prima” per la Golf Variant.

Questa agile station wagon, sul mercato da giugno con prezzi indicativi tra 34.200 e 36.100 euro, è dotata di un motore TDI 2.0 da 184 cv, il cui consumo nel ciclo combinato con cambio manuale a 6 rapporti, stando ai dati dichiarati da VW, è di 4,4 l/100 km. È disponibile anche il cambio a doppia frizione DSG, e in questo caso i consumi salgono a 4,8 l/100 km.

Il turbodiesel common rail 2.0 della Golf GTD Variant a trazione anteriore si distingue per la potenza erogata che già a partire da 1.750 giri permette di sviluppare 380 Nm di coppia massima e di passare da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi, indipendentemente dal tipo di cambio.

Da vera station wagon sportiva la Golf GTD Variant è dotata di uno specifico design sportivo in stile GT e dotazioni di serie quali differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS+, programma ESC Sport, sterzo progressivo, assetto sportivo (abbassato di 15 mm) e cerchi da 17 pollici Curitiba con pneumatici 225.

NO COMMENTS

Leave a Reply