La cancelliera tedesca guarda da vicino la Mirai, la prima auto al mondo equipaggiata con celle a combustibile alimentate ad idrogeno da ottobre in vendita proprio in Germania. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha invece fatto visita agli stand degli espositori italiani.

angela merkel salone di francoforte 2015

Si dice sempre che il mondo della politica deve avvicinarsi di più al mondo dell’auto. Ogni tanto capita, se non nei fatti, quantomeno nelle occasioni. Al Salone di Francoforte 2015 c’è stata infatti una visita speciale: la cancelliera tedesca Angela Merkel ha fatto visita allo stand Toyota per vedere da vicino la Mirai, la prima auto al mondo equipaggiata con celle a combustibile alimentate ad idrogeno.

La cancelliera è stata accolta da Johan Van Zyl, presidente e CEO di Toyota Motor Europe, che le ha illustrato il funzionamento della vettura e i numerosi benefici che ci si attende da questa tecnologia. La cancelliera, che in pochi sanno ha un dottorato in Fisica, è rimasta impressionata dalle potenzialità dell’uso dell’idrogeno, che può contribuire anche al raggiungimento degli obiettivi ecologici relativi alla mobilità in Germania. Proprio la Germania sarà uno dei primi mercati dove sbarcherà Mirai già a partire da metà ottobre, a un prezzo non abbordabilissimo di 66.000 euro.

Insieme alla Germania, la Toyota Mirai inizierà il suo percorso di conquista dei clienti e del mercato da Inghilterra e Danimarca, sempre a ottobre, e dal Belgio nel 2016. Altri Paesi seguiranno in funzione dello sviluppo delle infrastrutture. Ecco, il punto in cui la politica si perde, soprattutto in Italia, non riuscendo a stare al passo con il mutevole mondo dell’auto.

Al Salone di Francoforte, però, non è mancata la presenza politica italiana. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha fatto visita agli stand degli espositori italiani, dall’area New Mobility World – Connected Car Pavillion, collettiva che riunisce tre aziende italiane del settore telematica e infomobilità (Meta System, Targa Telematics e Vodafone Automotive) per poi proseguire con la start-up italiana Spin8, lo stand Lamborghini, Alfa Romeo, Ferrari e Maserati.

Ministro-Graziano--Delrio-stand-Maserati,-Salone-di-Francoforte,-17-Settembre-2015

In occasione della visita, il Ministro ha sottolineato il ruolo trainante del settore automotive in termini di innovazione tecnologica e la leadership della componentistica italiana in questo senso, oltre ad accennare ad alcuni dei temi in discussione al G7 Trasporti in programma al Salone: digitalizzazione del trasporto, guida automatizzata e finanziamento delle infrastrutture.

Insomma, le intenzioni del Governo di stare vicino a un settore importante come quello automotive ci sono. Mancano i fatti. Che il Salone di Francoforte possa segnare una svolta?

NO COMMENTS

Leave a Reply