Torino – Il 3.zo Concorso Internazionale d’Eleganza ASI – Città di Torino, fruisce del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, di Regione Piemonte, Provincia e Città di Torino e rientra tra le manifestazioni del “Torino 2008 World Design Capital”. Quest’anno alla sua realizzazione ha partecipato fattivamente anche l’Asi – Automotoclub Storico Italiano, del Comune di Torino con l’organizzazione di Promauto Racing, che realizzerà un prestigioso gemellaggio, tra le auto che hanno fatto la storia, il fascino di Torino e le Regge Sabaude.
Le “bellissime” tutte prodotte prima del 1970, che parteciperanno al Concorso, da quest’anno iscritto per la prima volta a calendario FIVA, Fédération Internationale des Véhicules Anciens, daranno spettacolo sotto le finestre del Palazzo Reale, abitato dai Re d’Italia sino al 1861,  faranno visita al Castello di Racconigi, una delle più famose residenze Sabaude e andranno a creare un felice contrasto, con le linee austere della Reggia di Venaria.
Le autovetture saranno esposte in Piazza Castello, dove saranno sottoposte al giudizio di una giuria, che attribuirà il titolo di “Best of Show” premi e targhe ai vincitori delle varie categorie.
Tra le prime adesioni sono da sottolineare alcuni esemplari che hanno fatto la storia del design e della tecnologia tra le quali:
Fiat 519 S del 1924 appartenuta alla soprano australiana Nelly Melba, alla quale il grande cuoco Auguste Escoffier , dedicò la famosa “pesca” ancora protagonista sulle nostre tavole.
Aston Martin DB 4 V serie vantage del 1962 una dei 130 esemplari costruiti, uguale a quella utilizzata nel film Goldfinger;
BMW 326 Cabriolet del 1936 carrozzata Autenrieth, esemplare unico
Lancia Aprilia Bilux carrozzata Pininfarina del 1940
Alfa Romeo 2500 6 C del 1949 appartenuta all’Aga Khan grande appassionato e competente di belle auto e di belle donne!
Delage DE del 1920
Al lavoro ci sarà anche una giuria di appassionati, che voterà la preferita assegnando il premio Toro Assicurazioni; si tratterà di un giudizio certo meno tecnico, ma più emozionale rispetto a quello dei designer.
Hanno dato il loro appoggio alla rassegna Fiat, Lancia e Alfa Romeo che parteciperanno, fuori concorso, con alcuni importanti modelli delle loro collezioni, l’Automobile Club di Torino, la Toro Assicurazioni, La Stampa e la Ercole Brovelli importatore di grandi case