Torino – Nel 2009 l’Asi con il Rally Fiva ha ricordato l’impresa di un gruppo di coraggiosi che intraprese nel 1901 il Giro d’Italia automobilistico. Il successo è stato notevole per numero di partecipanti, per la qualità delle auto e per quel 40% di collezionisti stranieri presenti che, attratti dal fascino del “Bel Paese”, aderirono alla proposta ed espressero al termine la loro entusiastica soddisfazione e il proposito di tornare. Grazie anche all’esperienza organizzativa ormai collaudata e grazie alla collaborazione dei  Club federati, l’Asi  intraprende un’altra avventura, un po’ più breve, ma altrettanto piena di fascino grazie alle attrattive offerte  dalle località che verranno toccate. Dopo il raduno a Roma, si visiterà L’Aquila, per un dovuto omaggio alla città, per poi proseguire per San Benedetto del Tronto, Termoli, Pugnochiuso, Ariano Irpino, Salerno per concludere il raid a Sorrento. Un itinerario molto vario che alterna le bellezze dell’Appenino, al fascino dell’Adriatico e del Gargano, per poi toccare la verde Irpinia e terminare con la Costiera Amalfitana in un crescendo quasi wagneriano.
Saranno ammessi 100 equipaggi a bordo di vetture certificate Asi. L’invito sarà esteso anche a  collezionisti stranieri. L’Asi ha deciso di proseguire sulla strada dei raduni itineranti, allo scopo di meglio svolgere uno dei suoi compiti istituzionali, che è quello della promozione turistico-culturale del territorio. Allo scopo è stato scelto un itinerario che comprende anche zone non frequentemente toccate dai classici flussi turistici.  (ore 18:00)