Asi 2011, grandi eventi motociclistici

Asi 2011, grandi eventi motociclistici

0 1

Torino – Varato il calendario 2011 dell’attività motociclistica dei tesserati Asi, che rappresentano con i loro oltre 123.000 veicoli iscritti dei quali 14.000 omologati, un settore trainante e vivacissimo nel mondo del collezionismo automotoristico.
Sono 43 le manifestazioni che i Club hanno iscritto a calendario per quest’anno, che rappresentano l’elite dei raduni della categoria.
Tra questi spicca il X Asimotoshow, che dal 13 al 15 maggio vedrà riuniti a Varano de’ Melegari, sul Circuito Riccardo Paletti, oltre mille motocicli delle più varie età, marche e configurazioni, per celebrare un evento che è entrato nel novero degli raduni di livello mondiale.
Ritornando al calendario, le manifestazioni iscritte hanno caratteristiche  estremamente diverse, si va dalle numerose turistico-culturali, alle rievocative, a quelle a tema, alla regolarità e perfino ai concorsi d’eleganza.
Tra le rievocazioni la Firenze Siena del 1908, la 6 Giorni Internazionale di Varese, la Corsa in Salita di Barga, (località questa cara al Pascoli) , la Bologna – San Luca, la Coppa della Consuma, il Circuito di Perugia e del Trasimeno, quello di La Spezia, dedicato ai sidecar e il Circuito della Val di Chiana, sono manifestazioni che consentono al pubblico di vedere all’opera le moto ed alcuni degli piloti, che su quelle strade si sono dati cavalleresca battaglia.
Per gli eventi a tema  sono da ricordare l’importante  VI Rumi Day dedicato alla Marca di Bergamo, che torna dopo alcuni anni, , le “sottocanna “ a Cremona, quelle moto cioè  che avevano sino al 1930 il serbatoio sotto la canna e i 100 anni della Benelli in quel di Pesaro.
Tre le competizioni di regolarità Mantova in maggio, Senigallia in giugno e San Severino Marche in settembre, mentre i Concorsi di Eleganza sono in programma in giugno ad Assisi e in luglio a Montecatini.
Le manifestazioni turistico-culturali sono concentrate al nord e centro Italia, mentre nel sud si organizzano due importanti raduni in Sicilia, in maggio e giugno a Ragusa e Acireale.
Il motociclismo storico sta vivendo un momento di grande evoluzione, sia  per la rinnovato piacere  di “andare in moto” sia anche in funzione del fatto, che le nuove norme, entrate in vigore il 20 marzo 2010, hanno reso possibile la reimmatricolazione di tutti veicoli radiati dal Pubblico Registro Automobilistico e non solo di quelli cancellati d’ufficio. Di conseguenza negli ultimi tempi, si sono moltiplicate le richieste del certificato di rilevanza storica e collezionistica, quello che consente di far rivivere e riprendere a correre sulle strade   a quei motocicli abbandonati in capannoni e fienili. Anche nel settore delle due ruote l’Asi si sta impegnando da anni per assicurare una corretta politica di “storicizzazione” dei mezzi, che consenta di conservare, un grande patrimonio storico, usufruendo dei relativi vantaggi  fiscali e assicurativi.  Politica che ha fatto in modo che anche in questo ambito l’Italia a livello internazionale sia portata ad esempio.
A metà maggio, quindi,si celebrerà il decimo anniversario di Asimotoshow, il maxi raduno di moto d’epoca, nella consueta sede  dell’autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari, in provincia di Parma. La decima edizione sarà particolarmente sentita dagli appassionati che, con la loro presenza, hanno fatto crescere questa manifestazione e che ha  trovato nell’Asi, nel Comune di Varano, nella Provincia di Parma e nell’Autodromo gli elementi che ne hanno originato e confermato il successo.
Asimotoshow è cresciuto in modo omogeneo, sul piano della qualità dei mezzi e della quantità dei centauri e dei  campioni che negli anni ne sono stati i protagonisti. Nelle ultime edizioni si è aggiunto un nuovo elemento, il pubblico, che sempre più numeroso ha cominciato ad affollare le tribune dell’autodromo.  Si tratta di persone che si affacciano a uno spettacolo particolare, che dopo aver visto le moto in esposizione sul paddock possono ammirarle in pista nelle numerose batterie, come sempre non competitive. Un pubblico dal palato raffinato, curioso di capire il fascino di queste motociclette che hanno fatto la storia tecnologica e sportiva addirittura degli ultimi due secoli.
Asimotoshow è cresciuto di notorietà anche all’estero, con una presenza di partecipanti e di Club provenienti da tutta Europa e non solo. Si può dire che oggi la manifestazione si qualifica al massimo livello Continentale.  Le cifre del 2010 sono la conferma del successo raggiunto: un migliaio di moto in esposizione, 600 delle quali sono scese in pista nelle 15 batterie, 50 campioni di tutte le categorie ed epoche e vincitori di 37 titoli iridati, oltre 10.000 spettatori sulle  tribune.  La decima edizione è già in preparazione con programmi di grande contenuto e ampio sforzo, per farne uno spettacolo ancora più affascinante a testimonianza dell’impegno dell’Asi anche nel settore delle due ruote, un settore collezionistico che risulta in grande incremento, anche grazie alle nuove disposizioni sulle reimmatricolazioni che consentono a tanti motocicli dimenticati di sorgere a nuova vita.
L’Asi, Automotoclub Storico Italiano, in questa manifestazione dispiega un notevole volume di uomini e mezzi e conta sull’impegno dei club federati oltre che su un sempre maggior coinvolgimento delle istituzioni locali, sicuramente interessate all’ampio rilievo di turisti che in occasione dell’evento, possono apprezzare le belle valli circostanti e la solida cucina della Food Valley parmense. Un interesse che certo non si esaurisce nella tre giorni motociclistica. (ore 12:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply