Sarnico – Saranno 140 i motoscafi presenti a Sarnico (BG) dal 30 agosto al 3 settembre al mega raduno organizzato dal Riva Historical Society con il supporto dell’Asi e del Cantiere Riva, per celebrare tre importanti anniversari: 170 anni dell’attività iniziata da  Pietro Riva ad Aglio sul lago di Como, che poi si trasferì a Sarnico sul Lago d’Iseo in funzione di maggiori possibilità di lavoro; 90 anni di Carlo Riva l’ultimo erede della famiglia, che alla testa dell’azienda dopo Pietro, Ernesto e Serafino, ognuno dei quali diede un apporto fondamentale allo sviluppo del cantiere (notevoli sono i meriti di Carlo Riva, al quale si devono l’adozione dei motori Chris Craft, l’utilizzo del compensato marino, l’intuizione degli scafi in vetroresina e il definitivo lancio commerciale del marchio; quale filo conduttore di tutta la sua attività, la maniacale ricerca della qualità, che ha fatto si che i Riva siano stati definiti le “Rolls Royce “del mare); 50 anni dell’Aquarama la barca che presentata nel 1962 al Salone internazionale della nautica di Milano, diventò per eccellenza il simbolo stesso della Riva. Lo slogan di presentazione sintetizza la filosofia che caratterizza l’imbarcazione: “Sole, mare, gioia di vivere!”. Le caratteristiche sono  8,02 m di lunghezza e 2,62 di larghezza, otto posti, due cuccette a prua, due motori Chris-Craft a benzina di 185 Hp ciascuno, velocità di 73 km/h. Prezzo 10 milioni e 800 mila lire.
Il raduno Riva Days 2012, Asi Nautic Show ha un programma molto ricco, che vedrà i motoscafi divisi in tre categorie, navigare sulle due sponde del Lago d’Iseo, visitare Monte Isola o Montisola la più vasta isola lacustre italiana e la più alta in Europa con i suoi 600 m. ed esibirsi in prove di abilità marinaresca.
Numerose le iniziative collaterali, quali un’esposizione di fuoribordo da diporto e da corsa appartenuti a Serafino Riva dal 1930 al 1949, una rassegna di motoscafi di Carlo Riva dal 1950 in poi. Mostre fotografiche dei raduni del Riva Historical Society  e di opere pittoriche ispirate alla nautica. Di grande interesse una mostra di modellini Riva e la possibilità di visitare il Cantiere.
Domenica 2 settembre grande sfilata davanti a Sarnico di tutte le imbarcazioni divise per gruppi nazionali e Concorso di Eleganza, con la giuria a bordo della motonave “La Capitanio”, varata negli anni ’20, che fungerà da nave appoggio durante tutte le giornate di navigazione.
Il raduno vedrà l’Asi, Automotoclub Storico Italiano, affiancare gli organizzatori in quanto istituzionalmente il settore è posto sotto l’egida della Commissione aeronautica e motonautica,  ma anche in funzione del programma della manifestazione, che vede prestigiose barche di ogni età esposte al pubblico. E’ questa la filosofia che contraddistingue sempre le manifestazioni Asi, portare i veicoli a contatto con la gente per fare cultura e in questa occasione si tratta di barche che hanno fatto la storia e hanno portato ai più alti livelli, il nome della nostra cantieristica in tutto il mondo.