Jesolo – Sulla Pista Azzurra di Jesolo, dal 24 al 26 maggio l’Asi farà rivivere per la seconda volta  la “Coppa dei Campioni di Kart” su un tracciato identico a quello che la gara aveva quando ospitò il Campionato del Mondo,  nel  1987. Mentre la Coppa si disputò per undici volte dal 1972 al 1982.
Quest’anno saranno oltre  200 i kart storici presenti a questo raduno, che vuole ricordare come negli Anni, si corresse la  Coppa dei Campioni, che allora veniva considerata come un secondo Campionato del Mondo. Questa rievocazione 2013 non smentisce la tradizione infatti è sicuramente una tra le più importanti manifestazioni kartistichc del mondo.
L’Asi ha iniziato la sua opera a favore dei kart, da quattro anni a questa parte, affiancando l’organizzazione di tre eventi che si sono svolti a Parma ,Cervia e Castelletto di Branduzzo (PV). La Federazione ha invece assunto la responsabilità organizzativa dell’incontro l’anno scorso, in occasione della prima rievocazione della Coppa dei Campioni, che ha celebrato anche  i 50 della fondazione della Commissione internazionale kart in seno alla Federation International de l’Automobile.
E’ stato un successo notevole di partecipanti, in un atmosfera di grande cordialità, tra piloti, tecnici e  team manager di diversi periodi storici che si ripeterà quest’anno.
L’incontro non avrà, come di consueto,  alcun contenuto competitivo, i piloti parteciperanno a semplici dimostrazioni, che trasmetteranno uno spirito di convivialità nel rispetto della sicurezza, celebrando così questi “vecchi” gloriosi, ma ancor validi kart d’epoca. In questa edizione 2013 saranno presenti piloti di 9 nazioni Svizzera, Grecia, Inghilterra, Francia, Germania, Olanda. Svezia, Brasile e Stati Uniti.
Saranno esposti alcuni pezzi veramente importanti il Dap di Ayrton Senna, il Robardie di Ronnie Peterson.
Tutte le più famose marche costruttrici che  saranno presenti: Taifun, Birel, Tony Kart, Robardie, Tecnokart, Swiss Hutless, McCulloch, Hispakart, Dap Greyhound ecc. gli spettatori che passeggeranno nel paddock potranno ammirare da vicino questi gioielli. Angelo Parrilla che rappresenta 50 anni di storia kartistica, vincitore con i suoi telai e motori di innumerevoli titoli mondiali  sarà l’ animatore delle giornate insieme a Giorgio Formini Presidente della Commissione Kart dell’Asi.
I 200 kart storici saranno suddivisi in 5 categorie, vale a dire: ClasCIK I (1956-1963), ClasCIK II (1963-1971), ClasCIK III (1972-1977) , ClasCIK IV (1978-1984) e Modern (1985- sino al compimento del ventesimo anno d’età ). Le classi si suddividono a loro volta  in categorie in funzione della cilindrata fino a 50,100,125,135,210e 250 cc.
L’Asi nello svolgimento della sua attività, tesa alla conservazione dei mezzi storici a motore di ogni tipologia, ha creato una commissione specifica per i kart, che hanno rappresentato e rappresentano ancora oggi il primo gradino dell’iniziazione dei futuri piloti. Da notare che nel Karting l’Italia ha sempre primeggiato, sin dagli inizi, con i suoi  piloti e  i suoi costruttori di telai e di motori.
L’elenco di coloro, che partendo dal karting, hanno raggiunto le più alte vette dello sport motoristico è lungo, alcuni nomi per tutti: Ayrton Senna, Michael Schumacher, Alain Prost, Fernando Alonso, Ronnie Peterson, Kimi Raikkonen, Lewis Hamilton, Keke Rosberg  Jenson Button, i nostri De Cesaris,  Patrese, Tarquini, Fisichella, Liuzzi, Trulli e anche Valentino Rossi.