Raduno internazionale Yamaha Ténéré

Raduno internazionale Yamaha Ténéré

Gerno di Lesmo (MB) – Dal 22 al 25 agosto tra le suggestive strade delle Alpi svizzere del Canton Grigioni è in programma un imperdibile mega raduno internazionale per celebrare il 30mo anniversario dalla nascita del primo esemplare di Yamaha Ténéré, quell’XTZ600 m.y. 1983 con il nome del famoso deserto africano che rivoluzionò l’allora mondo dell’enduro dimostrando di essere un modello innovativo, capace di andare su qualsiasi percorso, con una manutenzione semplicissima, ottimo rapporto qualità-prezzo e design da grande moto. Da li in poi le successive serie del monocilindrico Ténéré e, dal 1989, del leggendario XTZ750 Super Ténéré, variante più imponente a due cilindri realizzata per soddisfare le sempre più numerose aspirazioni “desertiche”, hanno dominato gran parte del mercato motociclistico accompagnando intere generazioni di appassionati nei loro viaggi su asfalto e non.
Oggi il principale discendente della lunga dinastia Ténéré è il maxienduro XTZ1200 Super Ténéré, nato nel 2010, che reinterpreta al meglio in chiave moderna la leggenda della Parigi-Dakar sposata alle tecnologie di vertice tre diapason e ad una personalità inimitabile. Perfetto per il turismo di lunga portata, ma in grado di entusiasmare tra le curve, è caratterizzato da un motore bicilindrico fronte marcia da 1.199 cc a 4 tempi Doch con iniezione elettronica, 4 valvole e 2 candele per cilindro, corposa coppia e ben 110 cv di potenza massima unita ad un carattere dinamico capace di adattarsi ad ogni situazione di guida, supportato da una ciclistica sopraffina, precisa e reattiva anche nei percorsi più impegnativi.
A fine agosto sarà dunque possibile rivivere tre decenni di storia grazie alla passione del Club Swiss Ténéré Owners che, con il supporto ufficiale di Yamaha e in collaborazione con altre realtà equivalenti europee come il Club Ténéré Italia, ha organizzato un lungo fine settimana sulle rive del fiume Reno dove sorgerà, tra le località di Coira e Bonaduz, un villaggio di più di 10.000 mq pronto per ospitare in tenda centinaia di partecipanti in arrivo da tanti paesi, ma uniti da un unico spirito, quello del Ténéré.
La location scelta per questo storico appuntamento, situata proprio in confluenza delle più importanti strade di valico con il sud delle Alpi come il San Bernardino e il Passo del Giulia e le famose località St. Moritz e Davos, metterà in rassegna molti dei modelli più rappresentativi e amati di Ténéré da competizione come la XTZ750 Super Ténéré di Peterhansel (1992) e la XT600 Belgarda di Andrea Balestrieri (1984) ed alcuni piloti protagonisti della Parigi-Dakar di ieri e di oggi, offrendo agli ospiti inoltre numerose attività come tour guidati (anche notturni) attraverso le incantevoli e verdissime valli svizzere, diversi racconti di viaggio illustrati attraverso video e fotografie, lezioni di musica “alpina” e, a poca distanza dal villaggio, una cava di ghiaia adattata per sessioni di off-road.
Insieme al concessionario di Parma Moto Shop, che da 30 anni lega la sua passione ai colori Yamaha e tra le realtà più specializzate nelle creazioni di nuovi kit e accessori per esaltare il carattere avventuriero dei Ténéré, il Club ufficiale italiano sarà il punto di riferimento per tutti i partecipanti provenienti dal Bel Paese con un’area dedicata che metterà in mostra alcuni modelli in allestimento speciale di nuovi XTZ1200 Super Ténéré ed in particolare la celebre YZF750 Super Ténéré bianco-rossa con la quale lo spagnolo Carlos Mas corse il raid africano nel 1992. L’immancabile ospite d’eccezione sarà Franco Picco, highlander italiano del rally più importante al mondo con ben venti partecipazioni e due secondi posti assoluti ottenuti sempre su Yamaha Ténéré 750 e che oggi, a quasi 55 anni d’età, non ha intenzione di interrompere la sua lunga carriera.

NO COMMENTS

Leave a Reply