Trento – Organizzata dalla Scuderia Trentina Storica di Trento presieduta da Enzo Siligardi, consigliere nazionale Asi, il 22 marzo si disputerà la diciannovesima edizione “Trofeo Primavera”, gara di regolarità a strumentazione libera riservata ad auto d’epoca omologate Asi, che per questa edizione si sposterà negli incantevoli scenari della Piana Rotaliana, quindici chilometri a nord del capoluogo trentino, e farà base alla cantina Rotari-Mezzacorona che sarà la grande protagonista dell’evento riservato alle old cars visto che ospiterà nella mattinata le verifiche di vetture ed equipaggi, la partenza e l’arrivo della manifestazione, articolata su una cinquantina di prove d’abilità al centesimo di secondo, il pranzo e la cerimonia di premiazione.
Nella moderna struttura “ad onda”, che ricorda il susseguirsi dei vigneti trentini coltivati a pergola, gli equipaggi si ritroveranno nelle prime ore di sabato 22 marzo per espletare le tradizionali operazioni di verifica a cui seguiranno, ore 10:30, le prime partenze ed i primi cimenti con il cronometro.
Il tracciato di gara, della lunghezza di un centinaio di chilometri, porterà poi le vetture in gara a nord verso la val di Non, dove si svolgeranno altre prove d’abilità, per poi ritornare verso la cantina Rotari-Mezzacorona, che prende il nome dall’omonimo re longobardo, dove di svolgerà il pranzo.
Nel pomeriggio bussola orientata a sud verso il capoluogo trentino dove avverrà il giro di boa e il rientro in Piana Rotaliana non prima però di essersi cimentati nelle ultime fatiche con i pressostati che definiranno la classifica finale della diciannovesima edizione del “Trofeo Primavera”.