Venezia –  La mobilità sostenibile scende in campo a Venezia. Appuntamento al Terminal Crociere il 28 e 29 marzo con la prima edizione di Green Mobility Show, mostra congresso organizzata da Vtp Events, società controllata al 100% da Venezia Terminal Passeggeri che presenterà al pubblico ed operatori internazionali, le tecnologie e le soluzioni più innovative per ridurre l’impatto ambientale e migliorare l'efficienza del trasporto nautico e terrestre.  La rassegna, con ingresso gratuito, ha conseguito la certificazione Iso 20121, nuovo standard internazionale per la gestione degli eventi sostenibili, affianca ad un ricco programma congressuale e formativo,  un’area espositiva dove le aziende leader del settore presentano le tecnologie, i servizi ed i processi per combattere la crisi e contenere consumi ed emissioni.
<<Il comparto della mobilità sostenibile è ormai una risorsa fondamentale per le nostre città, misurabile non solo in termini ambientali, ma anche grazie al prezioso contributo con cui qualifica il nostro sistema economico sotto il profilo dell’innovazione tecnologica spiega Roberto Perocchio, presidente  di Vto Events –  Green Mobility Show è il tavolo di confronto dove istituzioni, ricerca scientifica ed industria, tracciano uno stato dell’arte sulle soluzioni più innovative per l’approvigionamento energetico, promuovendo nuove forme di mobilità per eliminare le criticità legate al traffico e all’inquinamento. Un differente modo di muoversi che permetta di spostarsi in armonia, ed a basso impatto, sia nelle città che nelle acque. Non a caso sono in costante aumento gli italiani che si avvicinano ai sistemi di car sharing e car pooling, che insieme ai sistemi di alimentazione "verdi",  garantiscono per le famiglie una sensibile riduzione dei costi del trasporto che in questa difficile congiuntura economica risulta essere una necessita'. Maggiore vivibilità che si coniuga con maggior risparmio>>.
Diviso in due giornate,  con focus a livello normativo e tecnologico, oltre alla presentazione di case histories nazionali, il programma convegnistico della manifestazione approfondisce con esperti di livello internazionale le tematiche più urgenti in materia. Venerdì 28 marzo, spazio agli aspetti regolatori della mobilità elettrica in acque interne e costiere, incentivi ed opportunità di risparmio con la nuova mobilità green, alimentazione elettrica per mobilità terrestre e marittima. Sabato 29 marzo, attenzione puntata su offerta tecnologica di progetti, servizi  e realizzazioni di mobilità elettrica ibrida nautica e terrestre, logistica, ed una rassegna di  casi di eccellenza e buone pratiche per la mobilità sostenibile. Tra gli eventi la presentazione al pubblico, del progetto europeo Greenberth , di cui é partner l'Autorità Portuale di Venezia. Rientra infatti tra le attività istituzionali dell’Autorità Portuale di Venezia il perseguire la competitività del porto anche attraverso lo studio del risparmio energetico e della tutela ambientale, coinvolgendo le PMI e i terminal portuali.
Green Mobility Show é l'occasione per vedere dal vivo le tecnologie più innovative in quanto a mobilitá sostenibile e provarle personalmente, in collaborazione con le ditte espositrici,  in un'area esterna dinamica riservata a dimostrazioni sia su strada che in mare, con rispettivamente 3km di viabilità interna ed uno spazio acqueo di 120.000mq. Il pubblico potrà scoprire le ultime novità in tema di auto elettriche ed ibride, scooter ecologici,  biciclette a pedalata assistita, batterie ed accumulatori "verdi", componentistica per la movimentazione, sistemi di car sharing, nuovi veicoli a basso impatto ambientale dall'Estremo Oriente.   Presente anche il primo shuttle elettrico costruito in Italia con una locomotiva in grado di trasportare fino a16 persone cui si possono agganciare carrozze con capienza fino a 28 passeggeri. In tema di mobilità acquea, grazie anche alla collaborazione con Vento di Venezia che ha messo a disposizione alcune imbarcazioni, sono presenti modelli che coniugano la passione con la protezione per l'ambiente marino, icone di un nuovo concept di fare nautica ecosostenibile. In mostra anche  il primo pedaló assistito al mondo, mentre on mancano  sul fronte turistico le offerte di tour operator con un catalogo di viaggi ed itinerari nel belpaese da svolgersi esclusivamente con mezzi aderenti all'osservanza ed al rispetto dei principali canoni ecologici.
Sottolinea l’importanza dell’iniziativa Gabriella Chiellino, presidente di E3City, del gruppo Eambiente, che segue,  in collaborazione con il comitato scientifico,  il   programma convegnistico, oltre agli aspetti logistico – organizzativi: <<La mobilità è un tema che deve essere affrontato sia dal punto di vista del rispetto ambientale e della diminuzione delle emissioni della CO2, sia con l’obiettivo di ottimizzare e potenziare le connessioni già esistenti. Venezia, vincitrice del titolo di città più “eco-mobile” d’Italia, unisce nel suo territorio vie d’acqua, di terra e d’aria, movimentando ogni giorno numeri importantissimi di persone e di merci; proprio per questo Green Mobility Show non poteva avere location migliore, candidando la città al ruolo di hub per lo sviluppo di nuove tecnologie. Molte di queste nuove soluzioni saranno in mostra al Terminal 103, e potranno essere provate dagli stessi visitatori con test drive su terra e acqua. L’evento sarà inoltre motivo d’incontro tra istituzioni, amministrazioni pubbliche, ricerca scientifica ed industria, per discutere di soluzioni e idee innovative, utili ad uscire dalla crisi e a ridare slancio ad un settore fondamentale per aziende e cittadini, orientato sempre più verso un nuovo modello di economia sostenibile>>.
Un evento che rappresenta un’occasione per affrontare temi sempre più cruciali per il futuro, come ribadito dal presidente del Comitato scientifico della manifestazione,  Giampietro Ravagnan, professore ordinario al Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi dell’Università Cà Foscari di Venezia:  <<Per la sfida del trasporto ecocompatibile ed ecosostenibile le tecnologie sono già pronte ma vi è bisogno di un disegno organico e la volontà politica, soprattutto degli Enti Locali, per creare infrastrutture di rete adeguate con incentivi funzionali.Anche in vista dell'Expo 2015 Venezia ed il NordEst  debbono raccogliere la sfida di una nuova, giovane imprenditorialità ed avviare un percorso che ci porti nel 2020 a Città pulite, silenziose e tecnologicamente avanzate nei servizi alla popolazione ed al turismo .Esempi di tecnologie  energetiche   integrali off grid in mostra saranno un'occasione per proporre soluzioni,. totalmente Made in Italy, adatte a quella gran parte del mondo dove la mancanza di energia "libera"  rappresenta un freno allo sviluppo delle Comunità locali.  Attendiamo numerosi anche  gli studenti delle università>>.
Il polo congressuale della Venezia Terminal Passeggeri, gestito da VTP Events, che ha già organizzato due conferenze internazionali sul tema, quali Green Port Logistics ed Energy for Green Ports, é dotato di un auditorium in grado di accogliere 700 persone, offre un'area espositiva di 5000 mq di cui 3000 coperti. E' ubicato nel centro storico di Venezia facilmente raggiungibile via terra o via acqua con mezzi pubblici e privati, a soli 10minuti di auto dall’aeroporto intercontinentale Marco Polo, con un ampio parcheggio, 2400 posti auto, a disposizione di espositori e visitatori.