Vernasca – Dal 20 al 22 giugno si svolgerà la "Vernasca Silver Flag 2014", rievocazione storica della cronoscalata Castell'Arquato-Vernasca che fu disputata dal 1953 al 1972. Abbandonato il cronometro di una volta, oggi l'evento è strutturato in forma di "concorso dinamico di conservazione e restauro"  – le auto sfilano su strada chiusa al traffico a velocità limitata – riservato a vetture da competizione costruite dai primi anni del XX secolo fino al 1972.  Organizzata dal Club Piacentino Automotoveicoli d'Epoca, quest'anno la "Vernasca Silver Flag 2014" è dedicata al marchio Lancia e al suo glorioso passato sportivo che raggiunge il suo apice negli anni Cinquanta – con le leggendarie D24, D25 e D50 condotte nei campionati mondiali Marche e Formula 1 – e Settanta/Ottanta, quando le Fulvia HF, le Stratos e le Delta diventano le vetture da battere nei rally conquistando vittorie e Campionati Mondiali a ripetizione.
In rappresentanza di questi due periodi fulgidi nella storia del marchio, la Collezione Lancia partecipa alla "Vernasca Silver Flag 2014" con quattro modelli di inestimabile valore: la Lancia D50 di Formula 1, la leggendaria Lancia Fulvia HF 1600 con il numero 14, l'affascinante Lancia Stratos Alitalia Gruppo 4 e l'unico esemplare al mondo di Lancia D25 Sport.
Altrettanto preziose le due vetture del Museo Storico Alfa Romeo che prenderanno parte alla "Vernasca Silver Flag 2014": la 2000 Sportiva (1954) e la Giulia SS del 1963. La prima vettura ha recentemente partecipato alla Mille Miglia 2014 ed è un pezzo unico, caratterizzato da una particolare livrea di colore grigio metallizzato. La 2000 Sportiva è un'esclusiva gran turismo dalle linee affascinanti e dinamiche che, dal punto di vista meccanico, trae origine dalla 1900 con l'aggiunta del ponte "De-Dion" posteriore (soluzione che si ritroverà sulla berlina Alfetta di vent'anni dopo) ed equipaggiata con il motore 4 cilindri bialbero di 2 litri con una potenza di 138 cv che le consente di raggiungere una velocità altissima per l'epoca: 220 km/h.
La "Vernasca Silver Flag 2014" vedrà anche la partecipazione della Giulia SS del 1963 all'esordio in una manifestazione ufficiale. Presentata al Salone di Ginevra nel 1963, la vettura sostituisce la "Giulietta" mantenendone la denominazione "Sprint Speciale".  Equipaggia il modello il motore da 1570 cc della Giulia con una potenza di 112 cv che le permette di raggiungere una velocità massima di 200 km/h. In realtà, la velocità massima rimane simile mentre viene migliorata la coppia, il rendimento ai bassi regimi e la guidabilità complessiva dell'auto. I primi 200 esemplari adottano fremi a tamburo, gli altri vengono proposti con un impianto con freni a disco. La produzione termina nel 1965 a quota 1.400 esemplari.