Trento – La storica piazzetta del rione di Piedicastello a Trento si prepara ad accogliere le moto d’epoca e i partecipanti alla sesta edizione della MotoDolomitica:  moto e Dolomiti, un binomio affascinante e sempre vincente soprattutto se unito alla cura per l’ospitalità che contraddistingue lo staff della Scuderia Trentina Storica presieduta da Enzo Siligardi.
La manifestazione turistica riservata alle due ruote vintage è in programma per sabato 30 agosto e domenica 31 agosto sulle strade del Trentino Alto Adige grazie alla tenacia dei soci motociclisti della Scuderia Trentina Storica di Trento che anno dopo anno vedono crescere il numero di amici pronti a riportare sulle strade splendidi modelli di moto d’epoca in un evento dedicato al loro glorioso passato.
La manifestazione riservata alle due ruote è aperta a tutte le motociclette costruite fino al 1994, con un doveroso occhio di riguardo per  quelle certificate Asi, vivrà il suo primo momento ufficiale sabato 30 agosto nella storica piazza di Piedicastello a Trento, ai piedi del Doss Trento, dove dalle 11:00 alle 13:30 si svolgeranno le tradizionali operazioni di verifiche delle motociclette partecipanti e l’open buffet presso il ristorante “Libertino”. Alle 14:00 lo start della sesta edizione della moto turistica trentina che vedrà i partecipanti affrontare ad andatura lenta un percorso di circa 120 chilometri che toccherà in successione la valle dei Laghi, la Forra del Limarò, il lago di Molveno, la valle di Non ed il suggestivo Santuario di San Romedio, dove la carovana sosterà per ua benedizione delle moto, la val di Sole con l’arrivo a Terzolas e la sosta al Pippo Hotel per la cena seguita dal meritato riposo per piloti e per le amate motociclette. Domenica 31 agosto, ore 09:00, partenza per la seconda tappa che vedrà i partecipanti impegnati su  di un percorso che proporrà il transito sulle Maddalene con uno sconfinamento in Alto Adige, a Proves e Lauregno, a cui seguirà il rientro in Trentino passando dalla Predaia prima della discesa della val di Non, il transito nella Piana Rotaliana e l’arrivo finale, ore 13, nuovamente ai piedi del  Doss Trento che domina il capoluogo trentino, giusto in tempo per degustare i piatti tipici della cucina trentina nelle accoglienti sale del ristorante “Libertino” dove si svolgerà anche la cerimonia  di premiazione.
Nei due giorni i biker che parteciperanno alla sesta edizione della MotoDolomitica avranno modo di transitare nelle più belle valli dolomitiche, scalare e poi scendere passi alpini e costeggiare alcuni laghi del Trentino, ammirando paesaggi unici diventati patrimonio dell’Unesco.