Advanced Repair Technology, in acronimo “Art”. È l’ultima novità tecnologica introdotta da Carglass nel settore della riparazione del parabrezza, un metodo nuovo sviluppato per aumentare la qualità della riparazione e ridurre al minimo lo stress meccanico sul vetro (causato dallo spostamento della “campana”). Questa nuova tecnologia di riparazione avanzata proposta da Carglass riempie meglio le micro-crepe presenti sul parabrezza, in quanto tramite una migliore aspirazione e una maggiore pressione la resina riesce a penetrare più in profondità ed essere quindi molto più efficace.

“Art” però è solo l’ultima delle recenti innovazioni tecnologiche per la riparazione del parabrezza auto introdotte da Carglass negli ultimi anni. Nel 2016, ad esempio, sono stati introdotti la resina HPX4, che grazie a un potere adesivo maggiore assicura un minore ingiallimento nel tempo, e il filler Pitfill HPX4, che garantisce una migliore capacità di adesione della resina cui è associato, facilità di lucidatura e resistenza meccanica dopo l’indurimento.

Tra i numerosi strumenti hi-tech a disposizione di Carglass ci sono anche Ezi Wire, il sistema di rocchetti e corda in Kevlar che facilita la rimozione dell’intero parabrezza, 1-Tek, che consente il posizionamento di qualsiasi parabrezza con maggiore precisione rispetto al solito procedimento manuale, e Gts (Glass Table System), un cavalletto ergonomico per la verifica del vetro prima dell’installazione sull’auto.