Torino – Secondo quanto riportato sul sito della Commissione cinese per la riforma e lo sviluppo, il Gruppo Fiat investirà nella produzione di motori diesel leggeri a Chongqing, città del sud-est della Cina, dove è già presente con la controllata Iveco. Il protocollo d’intesa è stato siglato con l’amministrazione locale alla fine di Luglio e prevede, come ha precisato in una nota il Gruppo Fiat, la creazione di una società totalmente posseduta da Fiat Powertrain Technologies che avrà il compito di assemblare motori diesel light duty (FPT F1C) destinati all’esportazione e legati a contratti di fornitura già sottoscritti con altri costruttori. La capacità produttiva dello stabilimento sarà di 100 mila motori l’anno.
<<La cifra di 1,8 miliardi di yuan, riportata da alcune agenzie di stampa – si legge nella nota – non si riferisce a questa operazione ma corrisponde all’investimento complessivo da parte della joint venture creata, nell’ambito dei motori diesel pesanti, tra Iveco, Fiat Powertrain Technologies, Saic e Municipalità di Chongqing, e già annunciata lo scorso anno>>. (ore 17:30)