Pomigliano – Dal momento che una buona parte dei lavoratori della linea Alfa “147” dello stabilimento Fiat Auto di Pomigliano, dovrà essere impiegata in Settembre alla produzione della Fiat Bravo, trasferita qui da Cassino, si è deciso di richiamare i dipendenti dalla cassa integrazione
una settimana prima rispetto alla data prevista (il 15 Settembre).
E’ necessario, infatti, che gli addetti a questa linea vengano addestrati con un apposito corso di formazione per adattarsi alla nuova produzione che verrà effettuata sulla stessa linea della “147”. Sarà un ritorno al recente passato. Infatti, non è ancora del tutto dimenticato il periodo di 60 giorni in cui, a fabbrica ferma, tutti i lavoratori dello stabilimento partenopeo di Fiat per la prima volta nella storia del gruppo hanno abbandonato gli attrezzi del mestiere per tornare sui banchi. Aule vere e proprie create all’interno dei reparti nei quali le tute blu non perdendo un centesimo dal loro stipendio hanno ricevuto una intensa formazione per riportare lo standard qualitativo della fabbrica a livelli ormai dimenticati. La risposta dei lavoratori è stata più che positiva, tanto da convincere l’ad Sergio Marchionne a trasferire parte della produzione della Bravo proprio qui.
Una buona notizia per molti, visto che era stata mal digerita dai più la cassa integrazione di ben due settimane nello stesso mese. (ore 13:00)