Roma – Code, rallentamenti e traffico intenso nella giornata di controesodo che ha visto circa 9 milioni di veicoli in transito sull’intera rete stradale e autostradale per i rientri dalle vacanze nelle grandi città. Il controesodo non ha segnato particolari problemi sulle autostrade, con traffico sostenuto ma senza disagi per la circolazione. Le arterie interessate dalla maggiore concentrazione di veicoli sono state l’A1 Milano-Napoli, l’A14 Bologna-Taranto, la A3 Napoli-Salerno-Reggio Calabria, il nodo bolognese (A14 dall’allacciamento con A1 e Bologna S. Lazzaro) e fiorentino (da Barberino a Firenze sud), il tratto dell’A14 compreso tra Bologna San Lazzaro ed Ancona, la A4 Venezia-Trieste ed infine, la A22 del Brennero. Il rientro si è concentrato soprattutto sulla A1 Milano-Napoli, nei pressi del nodo fiorentino e sull’A14 Bologna-Taranto. Congestionate anche la A4 tra Friuli e veneto e la A22.
Controesodo dal bilancio positivo soprattutto sulla A3 Salerno-Reggio Calabria. A riferirlo è stata l’Anas, che ha definito “tranquilla” la domenica, con un traffico scorrevole e al di sotto della media nel pomeriggio, e solo qualche disagio in mattinata a causa di un incendio ai margini dell’autostrada nei pressi della località Sirino. Gli utenti hanno distribuito le partenze per i rientri su quattro giorni: la circolazione è stata molto intensa già a partire da giovedi’ pomeriggio, con il primo flusso di circolazione diretto a nord. Rispettate le previsioni dell’Anas, che aveva indicato un controesodo da bollino “giallo” nelle giornate di giovedi’ e venerdi’, e “rosso” nella giornata di sabato. Domenica il traffico è stato più intenso nella mattinata rispetto al pomeriggio. La sala operativa dell’Anas, che controlla l’intera arteria autostradale con l’ausilio di 105 telecamere, ha rilevato negli ultimi quattro giorni nel tratto salernitano punte massime di 3800 veicoli l’ora in direzione nord, con un volume di traffico complessivo di oltre 176.000 mezzi leggeri da giovedi’ a domenica.
Sono stati 320 gli operatori incaricati a fornire ogni tipo di assistenza agli automobilisti, di cui 100 impegnati sui 145 km del tratto salernitano e lucano e 220 sui 298 chilometri del tratto calabrese. (ore 10:30)