Roma – La nuova Alitalia nasce con la “Compagnia Aerea Italiana” con i primi 16 soci. Si attende adessa la mossa del governo per consentire la divisione dell’Alitalia in una parte destinata a confluire nella newco (assieme a parte di AirOne) e in una parte con il carico di debiti ed esuberi. L’ipotesi più probabile, al momento, riguarda due provvedimenti: un decreto con le misure più urgenti e un ddl delega che dovrebbe contenere una riforma complessiva degli strumenti legislativi a disposizione per affrontare crisi aziendali come quella di Alitalia, unificando le attuali leggi Marzano e Prodi. Difficoltoso il confronto con i sindacati, soprattutto circa il nodo contrattuale. I piloti, che temono di trovarsi di fronte ad una offerta da prendere o lasciare e avvertono che di fronte ad una soluzione peggiorativa verrà alzato un muro.
L’incontro a Palazzo Chigi di martedi, presieduto dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, è durato circa due ore e ha visto la presenza dei i ministri dell’Economia Giulio Tremonti, delle Attività Produttive Claudio Scajola e delle Infrastrutture Altero Matteoli che hanno fatto il punto sull’aggiornamento della legge Marzano (con cui il cda di Alitalia dovrebbe chiedere di avviare l’amministrazione straordinaria) e sulla gestione degli esuberi. Nessuna decisione è ancora stata presa e l’ultima parola, comunque, spetterà a Berlusconi. Per Alitalia si prospetta, quindi, l’arrivo di un commissario. I nomi più accreditati sono quelli dell’ex ministro Augusto Fantozzi e l’ex a.d. dell’Enav Massimo Varazzani.
La “Compagnia aerea italiana” parte con sedici soci che hanno sottoscritto quote paritetiche simboliche e pari a poche migliaia di euro. Rocco Sabelli è stato nominato amministratore unico. Nei prossimi giorni la società sarà trasformata in SpA, dotata di un consiglio di amministrazione presieduto da Roberto Colaninno, con Rocco Sabelli amministratore delegato.
Ecco l’elenco dei 16 soci:
– Roberto Colaninno (attraverso Immsi), che sarà il presidente della nuova società
– Gruppo Benetton attraverso Atlantia
– Gruppo Aponte
– Gruppo Riva
– Gruppo Fratini attraverso Fingen
– Gruppo Ligresti attraverso Fonsai
– Equinox
– Clessidra
– Gruppo Toto
– Gruppo Fossati attraverso Findim
– Marcegaglia
– Caltagirone Bellavista attraverso Acqua marcia
– Gruppo Gavio attraverso Argo
– Davide Maccagnani attraverso Macca
– Tronchetti Provera
– Intesa Sanpaolo
A quanro si apprende, è stato convocato per oggi un consiglio di amministrazione straordinario di Atlantia per valutare la partecipazione del gruppo autostradale alla cordata di imprenditori che sosterrà il “Piano Fenice” per il salvataggio di Alitalia. Secondo indiscrezioni l’ipotesi di partecipazione del gruppo Atlantia alla cordata prevede un investimento di circa 100 milioni di euro.
Da Air France-Klm invece non giungono voci su una possibile ripresa di contatti con Alitalia. Secondo fonti stampa però, Air France-Klm avrebbe previsto un cda straordinario giovedì dopo un incontro con i responsabili di Intesa San Paolo. Dall’istituto di credito viene un “no comment” a commento di questa ipotesi. L’eventuale alleanza con il partner internazionale comunque, dovrebbe avvenire in un secondo momento. Al momento la priorità va alla definizione del piano, in attesa del consiglio dei ministri di giovedi che dovrebbe varare la modifica alla legge Marzano. (ore 09:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply