Roma – Guidare una Corvette è come lasciarsi condurre in un fantastico sogno. Per rendere ancor più speciale questa esperienza destinata, per la verità, a pochi eletti, la tradizionale formula V8 Corvette è stata estesa ad una serie di nuovi modelli capaci di regalare ancora più potenza, più passione, più precisione e più stile. La Corvette C6 da 6,2 litri, la Z06 da 7 litri e la straordinaria Corvette ZR1 sovralimentata hanno in comune prestazioni estreme combinate con contenuti di grande qualità e valore, per offrire sorprendenti livelli di comfort anche nella guida di tutti i giorni. L’introduzione a inizio 2008 del più grande e potente motore V8 LS3 da 6,2 litri ha contribuito ad aumentare prestazioni e popolarità della Corvette C6. Il V8 small block è accreditato di ben 325 kW (437 cv) di potenza e 586 Nm di coppia, per una velocità massima di 306 km/h. È disponibile sia per la Corvette Coupé che per la Corvette Cabrio con una trasmissione manuale a sei rapporti, o semiautomatica a sei rapporti. La Corvette Z06, sviluppata in parallelo con la Corvette C6.R da competizione, è un concentrato delle qualità che hanno reso possibile il successo della sesta generazione di Corvette in tutta Europa: potenza brutale, solidità e contenuti sportivi vincenti. Il cuore della Z06 è un motore V8 LS7 da 7 litri che sviluppa 377 kW (512 cv) di potenza a 6.300 giri e 637 Nm di coppia a 4.800 giri. Su un’auto che pesa appena 1.418 kg, queste doti permettono di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 3,9 secondi in prima marcia e di raggiungere una velocità massima di 320 km/h. Nella versione 2009 la capacità del serbatoio dell’impianto di lubrificazione a carter secco è stata aumentata da 9,1 a 11,9 litri. (ore 16:30)