Torino – Nonostante il lieve calo delle vendite registrato in Gennaio, in Casa Fiat l’ottimismo vola, anche alla luce dei dati raccolti relativamente alla quota di mercato conquistata in Europa Occidentale, pari all’8,9%.
 Il vicepresidente Fiat, John Elkann, ha, infatti, dichiarato di non essere preoccupato per l’andamento delle vendite auto a gennaio e dello stesso parere anche l’a.d. Sergio Marchionne. 
Fiat Group ha, inoltre, consolidato la quinta posizione tra i maggiori costruttori europei. Le immatricolazioni sono state oltre 107 mila, l’1,4% per cento in meno rispetto a gennaio 2007, in un mercato che è calato dell’1,7%. A Gennaio Fiat Group Automobiles è migliorata in quasi tutti i principali mercati europei: in Germania la quota è salita al 3,3% dal 3 di un anno fa, con volumi in aumento del 19,6% in un mercato salito del 10,5%; in Francia – dove il mercato è calato del 5,6% – i volumi di Fiat Group Automobiles sono aumentati del 14,4%, con una quota del 4,1%, 0,7 punti percentuali in più rispetto a gennaio 2007; analogo risultato in Spagna: +1,3% dei volumi (il mercato è a -12,8%) e quota al 4,1%, 0,6 punti percentuali di crescita nel confronto con lo stesso mese di un anno fa. Positivi i risultati del brand Fiat. La quota è stata del 7,3%, in sensibile aumento rispetto al 6,7% ottenuto un anno fa. Quasi 88 mila le vetture immatricolate, il 6,3% in più nel confronto con gennaio 2007. Grazie al consolidato successo della Fiat Panda e alla commercializzazione sempre più estesa della Fiat 500 – che ha già raccolto 160 mila ordini, oltre 4.500 dei quali nel Regno Unito dove è stata appena lanciata – la quota del marchio Fiat nel segmento A è superiore al 40% con poco meno di 21 mila Panda e quasi 14 mila 500 commercializzate. Fiat Grande Punto continua a dominare sia la classifica assoluta sia in quella del segmento B (con il 9,2% di quota).(ore 11:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply