Roma – Nuovo incontro nel pomeriggio a Palazzo Chigi fra Gianni Letta il presidente di Cai Roberto Colaninno e l’amministratore delegato Rocco Sabelli. Questo secondo appuntamento segue di pochi minuti quello con i segretari di Cisl, Uil e Ugl. Sono usciti da Palazzo Chigi anche i ministri del Welfare, Maurizio Sacconi e delle Infrastrutture Altero Matteoli che avevano preso parte al colloquio con i leader sindacali.
Intanto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi rispondendo alle domande dei giornalisti su Alitalia ha detto:<<Ho sempre avuto fiducia, nonostante le difficoltà che si sono appalesate. Credo che non ci possa essere altra soluzione se non quella presentata da questi imprenditori per mantenere la compagnia italiana. Si deve fare prima la vicenda Cai e poi sarà la Cai ad aprire le trattative per un’alleanza internazionale con una o più compagnie straniere. In ogni caso – ha detto Berlusconi – la nostra compagnia di bandiera rimarrà italiana. Leggo di ipotesi di trattativa con Lufthansa, ma ce ne sono anche con Air France e British Airways. Non c’è una possibilità che un’altra compagnia straniera, comunque, possa prendere su di sé il carico e la responsabilità di Alitalia intera. È un’ipotesi che non è mai esistita e che non esiste: un partner straniero entrerà a far parte di Alitalia solo con ”partecipazioni di assoluta minoranza”>>. (ore 18:25)