Roma – Come appariva evidente dalla “chiamata” dei sindacati da parte di Carlo Rinaldini, commissario straordinario di Volare, la situazione di incertezza nella quale si bilanciava da mesi il vettore di Busto Arsizio, si è finalmente risolta. Il ministero delle Attività produttive ha, infatti, autorizzato Rinaldini ad aggiudicare la gara per la vendita del complesso aziendale del gruppo Volare (compresa Air Europe) alla Alitalia Linee Aeree Italiane
Viene quindi autorizzata la stipula del contratto di compravendita, secondo il corrispettivo, i termini e le modalità di cui all’offerta presentata da Alitalia Linee Aeree italiane Spa in data 28 dicembre 2005.
“Nell’ipotesi in cui Alitalia, si legge in una nota diffusa dal ministero, rinunciasse o intervenisse un provvedimento di diniego all’operazione da parte dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, o da altri organi dello Stato, il commissario è autorizzato, fin d’ora, ad aggiudicare la gara secondo l’ordine di graduatoria che, nell’ordine, vede la società Air One o al raggruppamento Meridiana-Eurofly, sempre che queste società offerenti abbiano aderito all’invito a prorogare, senza oneri a loro carico, l’efficacia delle offerte presentate. Il contratto di compravendita – continua il comunicato – dovrà prevedere l’obbligo della società acquirente a proseguire per almeno un biennio le attività imprenditoriali e a mantenere per il medesimo periodo i livelli occupazionali di cui all’offerta in data 28 dicembre 2005”.
Il ministero delle Attività Produttive, nell’esercizio delle funzioni di vigilanza sulla procedura di amministrazione straordinaria delle imprese del gruppo Volare, provvederà al monitoraggio dell’esecuzione della vendita, attraverso la verifica periodica, sentite anche le organizzazioni sindacali dei lavoratori, dello stato di avanzamento del piano di prosecuzione delle attività presentato dalla società aggiudicataria, provvedendo, se necessario, ad impartire al commissario opportune direttive ai fini della tempestiva attivazione delle clausole risolutive espresse, previste dal contratto di compravendita, a garanzia del mantenimento degli impegni assunti.
Singolare che l’assegnaazione di Volare ad Alitalia arrivi proprio nel giorno in cui nella relazione che certifica il bilancio 2005 della compagnia la Deloitte & Touche, società di revisione, annunci che a suo parere “senza uno stabile riequilibrio economico sarà difficile garantire nel tempo l’attività di Alitalia. L’esercizio 2006 – chiarisce la Deloitte – costituisce il fondamentale riferimento per verificare l’efficacia delle azioni di risanamento previste nel piano dagli amministratori”. (ore 15:00)