Patente, 11 milioni i punti persi

Patente, 11 milioni i punti persi

0 6

Milano, 10.668.170 di punti sottratti per 2.890.853 infrazioni. Sono queste le cifre emerse dall’indagine del Centro elaborazione dati del Dipartimento dei trasporti presso il ministero delle Infrastrutture, aggiornati al 10 marzo 2005. In nemmeno due anni dalla sua entrata in vigore (luglio 2003) la patente a punti si è comportata secondo aspettative. I dati sono comunque provvisori, spiegano al Ced, perché non tutte le amministrazioni provvedono
a comunicare tempestivamente i “tagli” di loro competenza all’Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida.
Ad ogni modo, i ritardi non evitano a Milano di classificarsi al primo posto tra le province italiane più colpite dalle decurtazioni: 646.998 punti sottratti per 175.912 infrazioni. Seguono poi Roma (488.234 punti sottratti), Napoli (472.773), Torino (375.914) e Brescia (309.488); all’ultimo posto Isernia (16.257).
Dalla classifica traspare chiaramente come tra le province più colpite vi siano quelle grandi, caratterizzate da una notevole circolazione di autoveicoli, mentre all’opposto, le piccole province, con traffico minore e meno congestionato, si piazzano al fondo della classifica.
Un altro elemento non trascurabile è che le grandi città come Milano, Torino e Roma hanno accolto subito la patente a punti con un aumento dei controlli stradali, facendo così rispettare subito le nuove normative entrate in vigore. Le piccole province, per non dire quelle del Sud, continuano invece a restare sprovviste di un adeguato controllo (e rispetto) del codice della strada. La maggiori decurtazioni nelle
grandi province, pertanto, non solo sono dovute al maggiore traffico che le attanaglia, ma anche e soprattutto ai controlli più serrati.
La situazione, però, cambia significativamente se i punti sottratti ai residenti delle 103 province italiane si rapportano alla popolazione maggiorenne (vale a dire i soggetti che presumibilmente si trovano
in possesso di patente). In questo caso, i più “tagliati” sono i residenti di alcune province dell’Emilia Romagna: Ravenna con 430 punti sottratti ogni maggiorenne, Modena con 420 punti, e Forlì con 350. I meno colpiti sono i maggiorenni di Avellino (127 punti), Cagliari (129) e Vibo Valentia (157). (ore 18:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply