Belo Horizonte – Lo stabilimento Fiat di Belo Horizonte, in Brasile, compie trent’anni e per l’occasione il presidente del Gruppo, Luca Cordero di Montezemolo, si è recato a Betim per le celebrazioni.
A tagliare il nastro fu, allora, Gianni Agnelli in persona e la sua scelta di investire in Brasile viene, oggi, considerata da Montezemolo “lungimirante”.
<>.
Insomma, c’è soddisfazione per l’operato di una fabbrica che è stata in grado di adeguarsi alle esigenze del mercato e di rispondervi con prontezza. Qui, particolare non di poco rilievo, gli stipendi sono fra i più alti del Paese (500-600 dollari contro i 120 di salario minimo stabilito dal Governo) e con una serie di benefit (assistenza medica e scuole) che portano i brasiliani a sottoporsi ogni giorno a lunghe file davanti ai cancelli sperando in un assunzione.
Alla spedizione brasiliana partecipa anche il Governo italiano con la presenza del ministro delle Attività Produttive, Claudio Scajola, che regala al presidente Montezemolo una lode non del tutto scontata dopo le recenti polemiche: <>. (ore 9:00)