Citroën, i 50 anni della Ds

Citroën, i 50 anni della Ds

Parigi, 11 aprile – Si terrà a Parigi dal 6 al 9 ottobre 2005 il cinquantenario della Citroën Ds. Per l’evento è anche nata l’associazione dei club Ds e Id francesi e dei club francesi ed esteri raccolti nell’Amicale internazionale dei club Citroën. Si prevede un grande raduno a Saint Quartin-en-Yvelines (a 20 minuti da Parigi), dove sono attese circa 1.500 vetture, un’esposizione aperta al pubblico e, il 9 ottobre, si terrà una parata delle Ds lungo gli Champs-Elysées.
Il Village Citroën di Retromobile 2005 ha già ospitato quest’anno tredici club Citroën, tra i quali il Traction Universelle che ha esposto una Traction 15-SixH, precorritrice dell’idraulica Ds, preannunciando così la manifestazione del prossimo ottobre.
La Ds vide la luce l’1 ottobre 1955 al Grand Palais. All’origine di questa vettura, che sin da subito è apparsa fuori dal comune, André Lefèvre e Flaminio Bertoni che, mettendo assieme il loro talento, crearono un autentico miracolo industriale dove si sposano alla perfezione tecnica e stile. La sintesi tra forma e funzione si ritrova negli interni: la plancia è una sorta di scultura dove i comandi sono integrati e raggiungibili comodamente dal volante; la forma spiovente lascia entrare la luce ed aumenta l’impressione di spazio. Tecnica e stile sì, ma senza dimenticare comfort e sicurezza. L’abitacolo è un esempio di design totalmente innovativo, grazie alle maniglie interne delle portiere che eliminano inutili movimenti al momento dell’apertura e chiusura della porta. Sulla Ds si vedono anche equipaggiamenti fino ad allora riservati a veicoli d’eccezione, come il servosterzo e il servofreno. Il cuore dell’innovazione, la centrale ad alta pressione, resa necessaria dalla sospensione idropneumatica, fornisce la sua potenza al servosterzo, ai freni a disco e al cambio automatico.
Prodotta in 1.456.115 esemplari, la Citroën Ds è stata una vettura di riferimento per numerose categorie di clienti, seducendo soprattutto gli sportivi, con le vittoriose partecipazioni ai rally e raid internazionali: due volte a Monte Carlo (1959 e ’66), la Liegi-Sofia-Liegi (1961), il Tour de Corse (1961 e ’63), il rally del Marocco (1969) e tante altre. E’ stata anche la vettura ufficiale di ministri e prefetti, tra i quali anche Charles De Gaulle, che si trovava proprio su una Ds il giorno dell’attentato al quale scampò al Petit Clamart. La consacrazione avvenne pochi anni dopo la sua nascita, nel ’57, alla XI Triennale di Milano, dove venne esposta accanto alle opere di grandi architetti e stilisti. (ore 10:00)

Nelle foto: la Citroën Ds, protagonista di un’epoca.

NO COMMENTS

Leave a Reply