Torino – Approvato dal Cda di Pininfarina il progetto di bilancio al 31 dicembre 2005. I dati mostrano un valore della produzione pari a 383 milioni di euro (-31,3% rispetto ai 557,8 milioni di euro conseguiti al 31.12.2004). L’esercizio si è chiuso con una perdita operativa pari a 8,3 milioni di euro (-2,2% sul valore della produzione), dovuta alla forte contrazione delle attività produttive. Il risultato netto dell’esercizio mostra una perdita di 8,1 milioni di euro. La posizione finanziaria netta di Gruppo è negativa di 6,9 milioni di euro rispetto al dato positivo di 71,6 milioni di euro del 2004. I principali motivi delle perdite sono relativi al supporto delle attività di sviluppo e produzione dei nuovi modelli e alla capitalizzazione, pro quota, di Pininfarina Sverige AB che, nel dicembre scorso, ha acquisito da Volvo Car Corporation lo stabilimento produttivo di Uddevalla. Il personale al 31 dicembre del 2005 era pari a 2.733 unità (+5,5%) a cui si devono aggiungere 671 persone operanti dal novembre scorso presso la controllata svedese Pininfarina Sverige.
Le previsioni per l’esercizio in corso sono di una forte crescita del valore della produzione consolidato che dovrebbe superare i 700 milioni di euro. L’incremento rispetto al dato 2005 è previsto principalmente realizzarsi nel settore produttivo, a seguito del completamento del rinnovo della gamma di prodotto.
Nel corso dell’esercizio sono infatti iniziate le produzioni dei modelli Alfa Romeo Brera e Volvo C70 e sono diventate pienamente operative le controllate svedesi Pininfarina Sverige ed RHTU Sverige, e quelle francesi Matra Automobile Engineering Maroc e Matra Developpement.
La completa ripresa delle attività negli stabilimenti italiani permetterà non solo il completo assorbimento dei dipendenti che dall’ottobre 2004 sono stati interessati alla cig straordinaria,, ma anche il distacco temporaneo di circa 450 unità provenienti da altre aziende operanti nel settore.
Il bilancio sarà sottoposto il 12 maggio prossimo all’assemblea degli azionisti per l’approvazione. (ore 10:36)