Milano – “La Fiat Auto non solo centrerà gli obiettivi a livello operativo quest’anno, ma potrebbe addirittura superarli”. E’ quanto ha dichiarato l’amministratore delegato Sergio Marchionne in occasione dell’assegnazione del premio “Interautonews top manager mondo 2005”. Secondo Marchionne, il Gruppo torinese può fare ancora di più: “Abbiamo annunciato – ha aggiunto – 100 milioni di risultato operativo e se continuiamo con questo ritmo è ovvio che ci potrebbe essere la possibilità che questo numero venga superato”. Parlano da soli i numeri, infatti, il Lingotto ha una quota di media di mercato del 30% in Italia nel 2006, e un minimo del 7,2% in Europa. L’obiettivo europeo e’ stato portato all’8% nel 2006 e all’8,8% nel 2007. Se gran parte della ripresa della Fiat Auto, in questi ultimi mesi è dovuta al riscontro ricevuto dal mercato dalla Nuova Punto, il gruppo non si ferma e guarda ai prossimi impegni. La sfida più importante sarà quando arriverà nel gennaio 2007 la nuova berlina di segmento C, l’erede della Stilo. Inoltre, il Lingotto potrà contare sul lancio nel settembre 2007 della nuova Cinquecento. A conferma del periodo roseo che il Gruppo sta attraversando, è stato reso noto ieri un report di PriceWaterhouseCoopers sul settore automotive, in cui viene prevista una crescita del mercato europeo del 23% entro il 2010 con un incremento di 2 milioni di vetture sugli 8,6 milioni previsti a livello mondiale. Mentre per l’Italia si stima un mercato in aumento del 28% al 2010, con una crescita fra le maggiori dieci a livello mondiale grazie al recupero di Fiat , per la quale si stima una crescita attorno al 24% con il passaggio dalle 1,982 milioni di vetture vendute nel 2005 alle 2,459 milioni del 2010. (ore 11:15)