Torino – Continua il momento magico della Fiat che ieri ha superato in borsa un traguardo che non raggiungeva dal 2002 ovvero la quota 11,00 euro.
Le azioni del Lingotto valevano alla chiusura di Piazza Affari ben 11,104 euro (solo un anno fa il loro valore unitario era di 4,5 euro), in crescita del 2,07% rispetto al giorno prima. Solo ieri sono passati di mano ben 19 milioni di titoli Fiat, pari all’1,5% del capitale ordinario; conseguenzialmente l’intera “scuderia” Agnelli è stata trainata al rialzo con +2,37% per le azioni di risparmio, +2,13% di quelle privilegiate, +2,4% per Ifi e +2,57% per Ifil.
L’ottimo momento di Fiat è chiaramente legato anche alla fiducia che il mercato ripone nelle azioni di un management che ha saputo tirare fuori da una crisi che sembrava irrisolvibile l’azienda torinese senza, peraltro, dovere ricorrere ad alcun aiuto di Stato.
L’ad Sergio Marchionne ha infuso nuova energia negli investitori dichiarando: <>. (ore 9:30)