Secondo copione. Come aveva annunciato Sergio Marchionne tre giorni al Palvela di Torino in occasione della presentazione della Grande Punto. E dal momento che l’ad di Fiat aveva escluso un’alleata asiatica, dal momento che Psa (Peugeot- Citroën) ha fatto comunella con Toyota, infine dal momento che Bmw-DaimlerChrysler-General Motors 48 ore prima avevano annunciato la loro “santa alleanza”, era prevedibile che la partner di cui non aveva parlato Marchionne fosse Ford, secondo costruttore al mondo fino al 2004 poi tolta da quel trono dall’arrembante Toyota che punta addirittura alla leadership.
Il “no comment” di Torino e Detroit alla notizia data in esclusiva dal quotidiano tedesco “Handelsblatt” è un fatto, diciamo, dovuto rispetto alla cadenza dei tempi. Fiat e Ford avrebbero voluto aspettare la firma dell’accordo per renderlo noto, ma le indiscrezioni hanno anticipato l’ufficialità. Dubitiamo che possano smentire.
Quest’accordo nasce dall’esperienza di Peugeot-Citroën-Toyota che insieme nello stabilimento di Kolin “sfornano” le gemelline 107, C1 e Aygo con grandi economie di scala. Fiat e Ford, quindi, si alleano per fare anche loro una piccola insieme utilizzando gli stabilimenti che la Fiat ha in Polonia, a Tychy e Bliesko Biala. Il “parto gemellare”, sulla piattaforma della Panda, vedrebbe la nascita della Fiat 500 e dell’erede della Ford Ka (attualmente prodotta a Stoccarda) con grandi risparmi per entrambi sui costi di produzione. Sia Fiat 500 sia Ford Ka (o quel che sarà) arriveranno sul mercato nel 2007. Da quì ad allora bisognerà vedere quali spazi di mercato rimarranno da sfruttare tenuto conto che le “gemelle” di Kolin ed altre piccole vetture che arriveranno prima avranno avuto il tempo di una penetrazione libera da concorrenza sfrenata da difendere con successive azioni di marketing.
Non è la panacea di tutti i mali per Fiat né per Ford ma può essere stimato un buon accordo, anticamera di altri per la produzione parallela di auto di altri segmenti, come quello delle “medie”. (ore 09:00)

Nella foto: la vecchia versione della Ford Ka

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.