Venezia – Che il costo del carburante sia in continua espansione è ormai sotto gli occhi di tutti come evidenzia anche uno studio della Cgia di Mestre dal quale è emerso che dall’aprile dello scorso anno ad oggi, fare il pieno costa agli automobilisti italiani oltre il 6,5% per cento in più. Gli aumenti minori si registrano per le utilitarie: +3,3 euro. Più 4,7 euro per le classi di autoveicoli medie e superiori, quasi 5 per le monovolume e 6,2 per la auto di lusso.
La cosa peggiore è che non è solo la benzina ad essere aumentata, ma stessa sorte è toccata ai pedaggi autostradali dei tratti di Milano – Roma, Torino – Venezia e Bologna – Reggio Calabria. Gli aumenti, dall’aprile 2005 allo stesso mese di quest’anno, inclusi i pedaggi autostradali, oscillano infatti tra il 6 e il 7%.
Secondo la Cgia, per le classi di autoveicoli medie e superiori, invece, si passa a incrementi che vanno dai 4,1 euro della Mini (66,1 euro per il pieno) ai 5,2 dell’Alfa 147 che necessita di una spesa di 83,2 euro per fare il pieno. Ma anche per la Peugeot 307 servono 5 euro in più quest’anno e 79,3 euro costa il pieno. L’aumento medio per questa classe è comunque di 4,7 euro pari a 75,6 per il pieno.
I 570 chilometri che uniscono Milano a Roma costano, rispetto all’aprile dello scorso anno, 4,38 euro in più per le utilitarie (pari a un totale medio di 75,57), 4,73 in più per auto di media cilindrata (81,16 totali), 5,21 in più per le monovolume (88,80 totali) e quasi 6 euro in più per le auto di lusso (costo totale pari a 100,55).
Meno chilometri e meno incrementi per il tratto autostradale Torino – Venezia. Si va dai 3,62 euro in più per le piccole (costo medio totale di 52,83) ai 3,87 delle medie (56,75 totali) e ai 4,20 per le monovolume (62,12 totali). Toccano i 4,72 euro gli aumenti per le auto di lusso (che spendono complessivamente 70,36 euro).
Decisamente superiori, invece, gli incrementi registrati per i mille e 50 chilometri di autostrada necessari per percorrere la Bologna-Reggio Calabria. Per le utilitarie tale percorso ”pesa” 7, 51 euro in più rispetto all’aprile del 2005 (attestandosi sui 117,26 euro), 8,15 per le auto di media cilindrata (pari a un costo medio totale di 127,56), 9,03 per le monovolume (totale 141,64) e il 10,40 euro in più per le auto di lusso (costo totale medio 163,29). (ore 17:00)