Wolfsburg – Nonostante le pesanti tensioni che hanno caratterizzato la gestione del numero uno della Volswagen, Bernd Pischetsrieder, negli ultimi mesi, il cda della Casa di Wolfsburg ha ottenuto l’estensione del suo contratto per altri sei anni, e cioè fino all’aprile del 2012. A determinare le conflittualità, nate soprattutto con le rappresentanze sindacali aziendali, la decisione di aumentare le ore lavorative settimanali da 28,8 a 35, con conseguente taglio degli esuberi. Adesso il maggior costruttore di auto in Europa, punta ad aumentare le sue vendite in nel Vecchio Continente del 20% dal 2008. La casa tedesca intende vendere almeno 3,3 milioni di veicoli dal 2008 e raggiungere una quota di mercato pari al 22,8% rispetto all’attuale 18,9%. (ore 11:26)