Roma – Siciliani e calabresi favorevoli alla realizzazione del Ponte di Messina devono prepararsi ad una brusca frenata nell’attività preparatoria dell’opera.
Il responsabile economico della Margherita, Enrico Letta, appartenete allo schieramento appena uscito vittorioso dalle elezioni politiche, ha precisato, infatti, in un intervista al News Settimanale: “Il nostro programma parla della necessità di invertire le priorità, ovvero di dare la precedenza a quelle azioni di contorno, come la realizzazione delle reti ferroviarie e stradali in Calabria e in Sicilia che saranno fondamentali per rendere il Ponte utilizzabile. La tempistica dunque allontana la prospettiva del Ponte, su questo non ho dubbi”. (ore 14:10)