Roma – Ancora polemiche sulla vicenda dei voli in Sardegna con l’Ente per l’aviazione civile definisce “intollerabili” le esternazioni dei vertici di Ryanair e che ricorda “l’Enac attua la normativa vigente in materia di oneri di servizio pubblico. Ryanair continua a fingere di ignorare che la continuità territoriale con la Sardegna è prevista dall’art. 36 della legge 144 del 1999, in conformità al Regolamento Comunitario (CE) 23 luglio 1992, n. 2408. Gli oneri di servizio pubblico sono conseguentemente imposti dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, conformemente alle decisioni assunte in sede di apposita conferenza di servizi che si svolge sotto la presidenza della Regione Sardegna. Inoltre, poiché Ryanair continua ad attribuirci attraverso infondati, suggestivi e lesivi riferimenti contenuti in ogni dichiarazione, gravi e ripetute illegalità che farebbero configurare in capo all’Ente, ovemai dimostrate, responsabilità civili, penali ed amministrative – conclude la nota diffusa dall’Ente per l’aviazione civile – l’Enac informa di aver già diffidato la Ryanair ed avviato, nel contempo, le valutazioni per tutelare, in tutte le sedi ritenute più opportune, l’immagine e della dignità dell’autorità italiana dell’aviazione civile”. (ore 9:00)