Chieti – Sergio Marchionne, amministratore delegato della Fiat, Jean-Martin Folz, amministratore delegato della Psa Peugeot Citroën, hanno incontrato la stampa internazionale nello
stabilimento Sevel di Atessa (Chieti), il più grande stabilimento di veicoli commerciali leggeri
in Europa per illustrare un nuovo, importante momento nella partnership tra i due Gruppi.
La collaborazione tra Fiat e Psa Peugeot-Citroën, che oggi interessa i veicoli commerciali, medi e leggeri, potrebbe estendersi anche all’auto.
Nata nel 1978 per lo sviluppo di un veicolo commerciale, e premiata nel corso degli anni da
un grande successo di vendite, nel gennaio 2002 la cooperazione è stata prolungata fino al
2017. L’accordo del 2002 ha definito le modalità di sviluppo e di industrializzazione di due
nuove gamme di veicoli commerciali leggeri, la prima delle quali presentata oggi nello
stabilimento di produzione di Atessa. La seconda gamma sarà prodotta a partire dalla fine
del 2006 nell’altro stabilimento congiunto di Valenciennes in Francia.
Nello stabilimento di Atessa è da qualche giorno iniziata la produzione della nuova famiglia di
veicoli commerciali, denominata con la sigla di progetto X250, per la quale i due gruppi
hanno investito oltre 1,1 miliardi di euro.
Nuovi Fiat Ducato, Peugeot Boxer e Citroën Jumper sono eredi di modelli da sette anni
leader di mercato in Europa e prodotti in oltre 2 milioni di unità.
A partire dal 2007 nello stabilimento Fiat Auto di Cordoba in Argentina verrà assemblato un cambio di Psa per le proprie vetture commercializzate in Sud America. La produzione prevista è di 140.000 unità all’anno e l’accordo ha una durata di dieci anni.
”Sono – ha sottolineato Marchionne – interlocutori privilegiati. Li conosciamo e sappiamo come lavorano. La collaborazione tra Fiat e Psa per furgoni e monovolumi è cominciata nel 1978 e lo scorso anno si è estesa alla turca Tofas con la quale saranno prodotti minicargo che andranno sul mercato nel 2008. (ore 9:00)
Nella foto Sergio Marchionne, amministratore delegato della Fiat.

NO COMMENTS

Leave a Reply