Chieti – Sergio Marchionne, ad della Fiat, ha espresso il proprio parere circa la delocalizzazione della manodopera: “Smantellare le infrastrutture produttive automobilistiche in Europa per andare a produrre in paesi dove la manodopera è a basso costo, è cosa poco saggia, il costo del lavoro incide solo per il 6% sui costi globali. Abbiamo detto che non chiuderemo stabilimenti e non lo faremo. Il gruppo deve imparare a competere con quello che ha. Le decisioni -ha concluso – non devono essere prese dagli analisti che siedono dietro le scrivanie a Londra ma non hanno mai costruito una vettura e vogliono insegnare a noi come e dove farle per essere competitivi”. (ore 14:00)