Roma – Approvata dai lavoratori di Fiat, con circa il 95% di consensi, l’ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto integrativo. Il referendum, accompagnato da riunioni delle rsu e assemblee con i lavoratori, si è svolto nei giorni scorsi in tutti gli stabilimenti delle società interessate alla vertenza di rinnovo (Fiat Auto, Sata, Powertrain, Sevel, Iveco, Cnh, Marelli, Teksid, Business Solutions, per un totale di circa 80.000 addetti). Il negoziato tra l’azienda e Fim, Fiom, Uilm e Fismic, si aprirà lunedì 22 maggio all’Unione industriali di Torino. (ore 12:00)