Ducati, ricavi in discesa ma ottimismo in salita

Ducati, ricavi in discesa ma ottimismo in salita

Bologna – Calano del 4,5 % nel primo trimestre 2006 i ricavi di Ducati Motor che sono stati pari a 78,2 milioni di Euro. Nel periodo sono state vendute 7.337 motociclette. Nel primo trimestre del 2006 il fatturato moto è calato dell’8,6%, raggiungendo i 60,2 milioni di euro, ed ha rappresentato il 77,0% dei ricavi totali. Le vendite dei prodotti non moto, incluse le parti di ricambio, gli accessori e l’abbigliamento, hanno raggiunto i 16,9 milioni di Euro nel primo trimestre, in aumento del 9,9% rispetto all’anno precedente.
Il margine lordo è stato pari a 24,2 milioni al 31 marzo e ha rappresentato il 31% dei ricavi, rispetto ai 17,9 milioni, o il 21,8% dei ricavi dell’anno precedente. Il risultato netto del primo trimestre 2006 ha registrato un utile di 1,5 milioni, rispetto ad una perdita di 2,6 milioni dello stesso periodo del 2005.
A livello mondiale, nel primo trimestre 2006, le immatricolazioni sono aumentate del 3,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si sono registrati aumenti in Giappone (+30%), negli Stati Uniti (+19%), nei paesi non coperti da filiale (+18%) ed in Germania (+3%), mentre si sono registrati cali in Francia (-3%), Italia (-6%), nel Benelux (-25%) e in Gran Bretagna (-32%).
“L’anno è iniziato sotto un segno positivo sia nei risultati economici che sulle piste di gara. Il passaggio della quota di controllo da TPG ad InvestIndustrial è stato completato con successo ed il rifinanziamento dell’Azienda ha visto il contributo positivo delle banche guidate da UniCredit – ha dichiarato Federico Minoli, presidente e amministratore delegato della Ducati – Infine, l’aumento di capitale per 80 milioni di euro è stato lanciato e verrà concluso entro la prima settimana di giugno.
L’Azienda ha le risorse finanziarie e il rinnovato entusiasmo per affrontare con serenità e passione le sfide future”.
Enrico D’Onofrio, direttore finanziario di Ducati ha aggiunto: “Grazie al mix favorevole di prodotto e paese, il primo trimestre 2006 vede il ritorno al profitto ed il miglioramento del debito netto rispetto all’anno precedente. Tuttavia, la previsione dell’anno resta improntata alla prudenza. Il principale obiettivo dell’anno 2006 continua ad essere la riduzione dello stock presso la rete insieme al miglioramento dei costi di struttura”. (ore 16:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply