Londra – A dispetto del continuo rincarare dei prezzi del greggio British Airways ha messo a segno un notevole balzo degli utili sorprendendo positivamente i mercati.
Nell’ultimo anno la compagnia aerea britannica ha guadagnato il 25% in Borsa nonostante nell’esercizio finanziario conclusosi a marzo i costi per il carburante abbiano inciso per il 46% sul bilancio del Gruppo (a 1,6 miliardi di sterline). Il fatto positivo è da una parte il passo in avanti dell’utile operativo che si è attestato a 705 milioni di sterline (+27%) e dall’altra il ritorno alla redditività (dopo dieci anni di magra) dei voli sulle tratte a corto raggio, sebbene il 60% degli utili derivi ancora alla società dai voli a lungo percorso (Canada e Usa in primis).
Il miglioramento dei conti ha portato ai dipendenti un bonus di48 milioni di sterline, scattato per avere superato la soglia dell’8,3%.
Particolarmente bene si è concluso per il vettore l’anno sul mercato italiano.
“L’Italia è per British Airways la terza piazza europea in termini di fatturato – ha dichiarato il direttore commerciale per l’Italia e Malta, Mark Moscardini – Qui, tutte le rotte registrano un’ottima profittabilità”. (ore 13:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply