Reggio Emilia, Anche quest’anno Citroën e Michelin sfruttano l’ormai consueto appuntamento del “week-end verde”, giunto alla 15esima edizione, per fare il punto della situazione riguardo i temi ecologici sviluppati nell’ultimo anno ed i relativi risultati ottenuti.
<>. Per prima, la Casa francese ha commercializzato il sistema “stop&start” su C2 e C3, con un beneficio in termini di consumi in ciclo urbano di circa il 10% (che arriva anche al 15% in caso di circolazione intensa), pari a circa 15 grammi di C02/km. Il Fap (filtro antiparticolato) equipaggia la maggior parte dei motori HDi con riduzione dal 20 al 35% dei consumi rispetto ad un motore benzina di equivalente potenza. Sempre sul versante della riduzione dei consumi, queste tecnologie sono affiancate e completate da due proposte di cambi manuali pilotati, SensoDrive e Cmp6, che permettono di ridurre del 3-5% i consumi e le emissioni di CO2.
Non mancano le proposte riguardanti i biocarburanti e il gas metano: al recente salone dell’auto di Francoforte, Citroën ha presentato C4 BioFlex, vettura che utilizza come carburante il Superetanolo E85 (composto per l’85% da etanolo e per il 15% da super); C3 e Berlingo 1.4i a gas metano, con doppia alimentazioni benzina/gas metano, completano l’offerta di una Casa automobilistica profondamente impegnata a favore della causa ecologica.
Come è facile desumere, Citroën è uno dei costruttori più avanzati nella politica in favore della conservazione dell’ambiente e alcuni dati relativi al mercato europeo lo confermano: il 55% dei veicoli commercializzati dalla Casa francese registrano emissioni di C02 inferiori a 140 g/km e il 24% hanno emissioni inferiori a 120 g/km.; Citroën rappresenta l’11% del mercato europeo di veicoli con emissioni inferiori a 141 grammi di CO2 per km; la Casa ha venduto oltre 500.000 vetture con filtro antiparticolato.
Supporto fondamentale alla riduzione dei consumi/emissioni inquinanti viene dato dal pneumatico. Il 20% circa del consumo di carburante è dovuto alla resistenza al rotolamento del pneumatico, abbassando la quale è facile intuire come si possa ottenere un notevole beneficio in termini di emissioni inquinanti. La partnership tra Citroën e Michelin nasce proprio da questo assunto. Applicando pneumatici Michelin alle proprie vetture, Citroën può ulteriormente ridurre il livello di inquinamento.
Michelin è leader tra i costruttori di pneumatici quanto a durata. Il pneumatico Latitude Tour Hp dura il 35% di chilometri in più rispetto ai concorrenti, il tutto senza dimenticare comfort e sicurezza, due aspetti cari all’azienda. Latitude Tour Hp genera il 5% in meno di rumore e vibrazione rispetto al suo predecessore, Energy Mxv4+, ed offre una tenuta di strada sul bagnato superiore del 5%. La resistenza al rotolamento di Latitude Tour Hp è inferiore rispetto ai concorrenti dei marchi di gamma alta con valori che vanno dal 13% al 38%, a seconda della dimensione del pneumatico. Sarà perché ha tutte le carte in regola che Latitude Tour Hp è omologato per l’ultimo arrivato in casa Citroën, C-Crosser.
Importante sottolineare, infine, l’interessante iniziativa educativa su mobilità, scienza, sicurezza e ambiente proposta da Michelin. Il progetto prende nome dall’unione di due termini, che altro non sono che i due concetti portanti, “mobilità” e “azione”: “mobilitàzione”. Il progetto “mobilitàzione” sostenibile è un’iniziativa ludico-didattica che Michelin propone nelle scuole primarie e secondarie di 1° grado (quelle una volta note come elementari e medie). Tra fisica e chimica, storia e geografia, con attività ovviamente diversificate per i due gradi scolastici, i bambini potranno cimentarsi in giochi ed esperimenti, per imparare a pensare un modo migliore di muoversi, più sicuro e

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.