Roma – Saranno 24 milioni gli italiani che questa estate andranno in vacanza contro i 21 milioni che resteranno a casa. E’ quanto emerge da un rapporto di Federalberghi sulle prossime vacanze degli italiani, secondo cui il 76% sceglierà come meta il nostro Bel Paese e il 19% andrà all’estero confermando la tendenza dell’italiano a scegliere sempre più vacanze nostrane meno care rispetto a mete estere più costose. Per quanto concerne i periodi più gettonati giugno, che l’anno scorso raccolse il 6,8% di intenzioni di vacanza, si attesterà quest’anno al 7,2% della domanda (1,7 milioni di turisti). Anche luglio, sarà caratterizzato da un incremento previsionale, in quanto il 27,5% (rispetto al 26,9% del 2005) lo indica quale mese preferito per svolgere un periodo di riposo. Questo significa che 6,6 milioni di italiani faranno le proprie vacanze a luglio. Agosto, nemmeno a dirlo, rimarrà il mese più affollato. Il 51,1% dei vacanzieri sceglierà questo mese per recarsi al mare o in montagna. Settembre, infine, probabilmente a causa dello spostamento in molte regioni dell’inizio dell’anno scolastico, sembra al momento il mese con il calo maggiore. Il 7,2%, rispetto al 9,5% del 2005 degli italiani andrà in vacanza in questo mese. Buoni, secondo Federalberghi, i segnali sulle presenze degli stranieri nel nostro Paese. Al momento, fanno sperare in un buon recupero degli statunitensi e dei giapponesi, che cominciano a riaffacciarsi numerosi, pur a macchia di leopardo, in alcune città d’arte e d’affari. I tedeschi, inoltre, che costituiscono da sempre il turista straniero per eccellenza, sembrano aver interrotto l’afflusso registrato negli ultimi anni e si prevede dunque un lieve recupero anche in termini percentuali. Francesi ed inglesi, infine, si mostrano in buona tenuta e lieve crescita, mentre dai Paesi dell’Est Europa cominciano a registrarsi indicatori sempre più positivi. (ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply