Roma – Novità in Italia sul fronte dei prezzi dei carburanti. Il ministro per lo Sviluppo Economico ha annunciato ieri che a partire da inizio 2007 “lo Stato non sarà più cointeressato al prezzo della benzina”.
Per evitare che lo Stato sia cointeressato all’aumento dei prezzi dei carburanti, infatti, il ministro ha previsto un pacchetto che prevede, fra l’altro, l’eliminazione dell’incidenza dell’Iva sulla fiscalità energetica. Il ddl approvato ieri, infatti, consentirà di variare, le aliquote delle accise sugli oli minerali in aumento o in diminuzione. (ore 10:50)