Parafrasando uno slogan pubblicitario: auto mia quanto mi costi! Nel 2005 la “quattroruote” agli italiani è costata 198 miliardi di Euro, il 2006, secondo stime, chiuderà con oltre 207 miliardi di Euro. Alla faccia dei bilanci familiari. Tutto questo su un parco auto stimato in 39.872.427 unità (erano state 38.983.246 nel 2004).
Per la prima volta nel 2005 preponderante è stata la spesa per i carburanti persino rispetto a quella per l’acquisto delle auto stesse: 56,7 miliardi di Euro +11,11% per benzina & C.; 52,4 miliardi +0,58% per comprare l’amata “quattroruote”. Terza voce di spesa la manutenzione che ha “succhiato 31,5 miliardi + 3,0%, in quarta posizione le assicurazioni Rc che hanno incassato 22,4 miliardi + 0,60%.
Seguono i pneumatici, 9,5 miliardi +1,35%; il ricovero, 7,0 miliardi +1,41%; i pedaggi autostradali, 5,8miliardi +2,39%; le tasse automobilistiche, 5,6 miliardi +1,82%; le assicurazioni incendio e furto, 3,6 miliardi +0,31; i lubrificanti, 3,5 miliardi +5,03%. Il totale fa 197,9 miliardi di Euro, il 4,03% in più rispetto al 2004.
La classifica per regioni ovviamente vede primeggiare quelle con maggiore intensità veicolare e in questo contesto la leader assoluta è la Lombardia i cui automobilisti nel 2005 hanno spesso ben 35,6 miliardi di Euro. Sul podio degli “spendaccioni”, al secondo posto c’è il Lazio con 22,6 miliardi e al terzo Emilia Romagna con 18,1.
Sorprende trovare in questa classifica all’ottavo posto la Sicilia che nel 2005 ha speso nel comparto auto 11,1 miliardi, preceduta nell’ordine da Veneto (16,8 miliardi), Piemonte (16,2), Toscana (14,3) e Campania (11,5).
La Calabria è tredicesimo avendo speso “solo” 4,4 miliardi, La precedono nell’ordine Puglia (8,3), Marche (5,3), Liguria (4,8) e Sardegna (4,5).
Per completare la graduatoria regionale restano Friuli Venezia Giulia (4,1 miliardi), Trentino Alto Adige ex aequo con Abruzzo (4,0), Umbria (3,2), Basilicata (1,4), Valle d’Aosta (1,3) e Molise (0,8).
Per un totale, parziale perché solo spesa per autoveicoli, di 192,2 miliardi di Euro ai quali bisogna aggiungere 5,8 miliardi di pedaggi autostradali che portano al totale di Euro 197,9 miliardi di Euro. (ore 15:00)