Bologna – Il Centro studi promotor ha confrontato la stima del gettito per l’Iva sui carburanti per autotrazione nei primi sei mesi del 2006 con il gettito che si sarebbe avuto se il prelievo per l’Iva per litro di carburante fosse rimasto, in termini assoluti, ai livelli dell’inizio del 2004, e ne ha ricavato che il maggior gettito che si è avuto nel primo semestre 2006 per l’Iva sui carburanti per autotrazione per effetto della crescita record del petrolio greggio è di 1.136 milioni di euro.
Alla luce dei nuovi forti rincari di questi giorni, secondo il Csp, sarebbe opportuno che il Governo valutasse l’opportunità di anticipare la sterilizzazione del meccanismo perverso innescatosi sin dal 1999, e limitato per brevi periodi da provvedimenti temporanei messi in atto dalla precedente legislazione, tanto più che questo meccanismo perverso aveva già determinato un maggior gettito di Iva – e un corrispondente maggior costo per automobilisti e camionisti – di 1.914 milioni di euro nel 2005 e di 631 milioni di euro nel 2004. (ore 13:00)