Roma – “Stiamo cercando una soluzione il più possibile indolore per non fare il ponte sulla Stretto e non pagare la penale”. Lo ha dichiarato il ministro Di Pietro, che in questi giorni sta lavorando per trovare una scappatoia per lo Stato, considerato che se il ponte non verrà realizzato bisognerà sborsare 388 milioni di penale. “La migliore attività imprenditoriale – ha aggiunto il ministro delle Infrastrutture – l’ha avuta chi ha vinto l’apponto, considerando che potrebbe percepire soldi senza costruire nulla”. (ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply