Torino – Nuova alleanza tra Fiat e Tata Motors, colosso automobilistico indiano con un fatturato annuo di 5,5 miliardi di dollari. Una “alleanza strategica”, come sottolineato da Sergio Marchionne, amministratore delegato Fiat, che non si limiterà solo all’India ma volgerà verso “un orizzonte globale”. Già nel gennaio scorso c’era stata tra i due partner una prima intesa commerciale, concretizzatasi nell’accordo di ieri. Una lettera di intenti finalizzata alla realizzazione in India di due collaborazioni industriali in India. E uno studio di fattibilità per l’Argentina. La prima collaborazione riguarda la produzione di auto, la seconda la produzione di motori e cambi per il mercato indiano e per l’esportazione. Le auto Fiat e Tata saranno prodotte nello stesso stabilimento di Ranjangaon (Maharastra). Fiat introdurrà, tra gli altri, per il segmento B la Grande Punto e per il segmento C la nuova auto tre volumi (D200). Sempre in India saranno prodotti, inoltre, i motori diesel di piccola cilindrata: si stima che i due stabilimenti di Ranjangaon, a regime, produrranno più di 100,000 autovetture e 250,000 motori e cambi. E se la Grande Punto sbarca in India, i due colossi dell’auto hanno annunciato anche uno studio di fattibilità (60 giorni) per valutare una possibile cooperazione industriale e commerciale in America Latina. Studio che sarà focalizzato, in particolare, su Suv e pick-up da produrre nello stabilimento Fiat di Cordoba, in Argentina. I veicoli, con i marchi Fiat e Tata, saranno destinati all’America Latina e all’esportazione. “Come abbiamo detto alla firma dell’accordo di distribuzione in India, nello scorso gennaio – ha commentato Marchionne – questa è una alleanza strategica tra i Gruppi Fiat e Tata che procede attraverso la valorizzazione dei rispettivi punti di forza e la continua ricerca di nuove opportunità da sfruttare congiuntamente, non solo in India ma su scala globale”. In attesa della finalizzazione degli accordi, la firma della lettera di intenti e lo studio per la cooperazione in America Latina riflettono il forte impegno dei due Gruppi per collaborare, valorizzando i rispettivi punti di forza. “Questo è l’inizio di una relazione a lungo termine e ad ampio spettro tra il Gruppo Fiat e Tata Motors – ha commentato Ratan Tata, presidente del Gruppo Tata e di Tata Motors – Entrambe le società hanno forze complementari, obiettivi convergenti e valori condivisi. Insieme possiamo operare significativamente sui mercati indiano e di altri Paesi, combinando tecnologie, prodotti e capacità umane di entrambe le organizzazioni”. (ore 10:40)