Fiat Professional, un brand in crescita

Fiat Professional, un brand in crescita

0 5

Torino, Per rinnovare la sua gamma di veicoli commerciali il Brand Fiat Professional ha dovuto investire complessivamente circa 380 milioni di Euro, di cui 190 profusi nel settore per Ricerca e Sviluppo.
Da questo pesante impegno è derivato un parco veicoli interamente nuovo ed estremamente variegato che va dal Ducato, al Doblò, allo Scudo, recentemente nominato Van of the year 2008 al nuovo Fiorino.
“Era l’ultimo tassello mancante », ha detto Franco Miniereo, amministratore delegato di Fiat Professional, a proposito della nuova versione del Fiornio, che dall’anno della sua nascita ad oggi ha venduto oltre 1.200.000 unità
« Il settore dei veicoli commerciali – ha detto ancora Miniero illustrando gli obiettivi del brand per il futuro – è in crescita in tutta Europa da tre anni con percentuali dell’11.9% e che in Italia vale 250.000 veicoli, con Fiat che detiene il 42,5% del totale, ovvero 85.800 immatricolazioni. Altri dati nazionali relativi ai primi dieci mesi del 2007 evidenziano una crescita del 16,4% sostenuta dagli ecoincentivi alla rottamazione. Ma il settore dei commerciali registra un andamento positivo per Fiat a livello globale: per il 2007 le previsioni parlano di 429 mila vendite, 60 mila in più rispetto allo scorso anno, mentre in Europa nei primi dieci mesi è stata raggiunta quota 212 mila con ottime performance in Germania, Francia, Spagna e Regno unito. Gli obiettivi del Fiorino però non si fermano al vecchio continente insieme alo sviluppo di Fiat Professional. Continueremo a svilupparci nei paesi sia verso i paesi vicini del Mediterraneo – ha aggiunto Miniero- sia in quelli più lontani come il Messico, il Cile, Hong Kong. Per le grandi aree come Cina, Russia Sud America e India seguiremo i piani strategici Fiat che ormai sono ben avviati”. Un ultimo dato riguarda le previsioni globali che parlano di mezzo milione di unità entro il 2010 quando saranno state lanciate tutte le versioni. (ore 10 :15)

NO COMMENTS

Leave a Reply