L’1 gennaio 2006 entrerà in vigore il Codice delle assicurazioni e a partire da quel giorno scattano i 90 giorni utili per emanare le disposizioni attuative.
Il Codice delle assicurazioni, che si adegua alla ultime direttive dell’Unione europea, è un insieme di norme approvato dal Consiglio dei ministri il 2 settembre scorso che riunisce in un testo unico di 19 titoli 335 articoli in materia assicurativa chiarendo e semplificando il dedalo delle oltre 1000 regole che regolamentano attualmente il settore assicurativo in Italia.
Nell’intento del legislatore il Codice servirà a rendere meno intrigata la giungla assicurativa e soprattutto dovrà dare delle certezze a vantaggio dei contraenti. Ne evidenziamo le parti più salienti.
Articolo 166: “Il contratto e ogni altro documento consegnato dall’impresa al contraente va redatto in modo chiaro ed esauriente e le clausole che indicano decadenze, nullità o limitazioni delle garanzie a carico del contraente o dell’assicurato devono essere riportate mediante caratteri di particolare evidenza”.
Articolo 182:”La pubblicità deve essere effettuata avendo riguardo alla correttezza dell’informazione e alla conformità rispetto al contenuto della nota informativa e delle condizioni di contratto”.
Articolo 183: “Le imprese e gli intermediari devono comportarsi con diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti dei contraenti e degli assicurati”.
Articolo 184: “L’Isvap sospenderà in via cautelare per un periodo non superiore ai 90 giorni la commercializzazione di un prodotto assicurativo in caso di fondato sospetto di violazione delle norme, non solo sulla trasparenza dei contratti ma anche sull’ambiguità del messaggio pubblicitario”. (ore 09:00)

SHARE
Dal 1993 pubblicista iscritta all’Ordine dei giornalisti. Diplomata al Conservatorio, ha fatto esperienze musicali come cantante. Le piace Brahams ma ascolta Charlie Parker. Ha un debole per il sushi e la cucina cinese. Ama i gatti neri. Collaboratrice di Automotonews.com dal 2001.