Roma – Arriva il no del Governo alla fusione tra la società Autostrade e la spagnola Albertis per motivi di legittimità. Secondo il Governo, infatti, questa fusione violerebbe il divieto della presenza di costruttori nel capitale della società. Immediata la reazione del mercato: il titolo perde il 3,81% a 21,44 euro per azione. (ore 12:13)