Roma – Gli italiani d’estate preferiscono andare a cena fuori. Parola della Coldiretti. Secondo un’indagine della Ismea- AcNielsen, infatti, tra giugno e settembre, il 41% dei consumi alimentari si effettua fuori dalle mura domestiche. Più che nel periodo tra febbraio e maggio (24%) e ottobre e gennaio (35%). Amanti del mangiar fuori sono soprattutto gli abitanti del Nordest con il 57% dei consumi della ristorazione nazionale, seguiti da Sud (23%) e centro (20%). Per chi decide di rimanese a casa, l’alimento più gettonato d’estate è la frutta (46% del totale annuo). Infine, tra le buone forchette, non potevano mancare gli stranieri che durante le vacanze in Italia fanno il pieno di cibo e vino, acquistando le delizie della nostra enogastronomia. Quest’ultimo dato è stato comunicato da Esperya, bottega online della gastronomia italiana, su una ricerca effettuata dall’Osservatorio internazionale del turismo enogastronomico e Tci. (ore 14:10)